Torna alla home                                                                                                     Go to english version                                                                        Vai sul sito ufficiale di Carlo   

 

Corte superiore dello Stato della California

per la contea di Ventura

Aula 26

 

On. James P. Cloninger, Giudice

 

***

 

IL POPOLO DELLA CALIFORNIA

(parte civile)

 

contro

CARLO PARLANTI

(imputato)

***

No. 2002026651

***

Trascrizione del procedimento

Venerdì 9 dicembre 2005

 

Sono presenti

Per la parte civile:

GREGORY TOTTEN (Pubblico Ministero) rappresentato da

GILBERT ROMERO (Delegato del Pubblico Ministero)

800 South Victoria Avenue

Ventura, California 93009

Per l'imputato:

BAMIEH & ERICKSON (Avvocati) rappresentati da

RON BAMIEH (Avvocato)

121 N. Fir

Ventura, California 93001

***

TRADUZIONE NON UFFICIALE E CERTIFICATA, PER NOTIZIE IN MERITO CLICCARE SUL LINK CORRISPONDENTE sul sito:

http://www.thepeoplevscarloparlanti.com/atti/atti.htm

o Farne richiesta al tribunale di Ventura (NTD)

, Trascrittore d'ufficio, 800 South Victoria Avenue, Stanza 313, Ventura, California 39009

INDICE

 

TESTIMONIANZA      DIRETTA   INCROCIATA   RIDIRETTA   REINCROCIATA

DEL POSTULANTE  

 

HEATHER

CHRISTENSON-REEVES  2         18            70          --

 

REBECCA WHITE     24 (CONT.)  73            --          --

 

HEATHER

CHRISTENSON-REEVES  55        58

 

                             --O0O—


 


Pag.1

1.  VENTURA, CALIFORNIA; VENERDì 9 DICEMBRE 2005

2.  SESSIONE MATTUTINA

3. 

4.   

5.   (I giurati entrano in aula)

6.   

7.     LA CORTE: Procediamo ancora col caso il Popolo contro Carlo

8.  Parlanti. Abbiamo tutti i giurati, il collegio degli avvocati e

9.  l’imputato.

10.           Dov’è il nostro testimone?

11.           MR. ROMERO: Vostro Onore, sta per esserci una richiesta da

12.         parte del Popolo per una testimonianza fuori ordine.

13.           LA CORTE: Volete farlo a questo punto, di cosa abbiamo

14.         parlato ieri?

15.           MR. ROMERO: Sì, Vostro Onore.

16.           LA CORTE: Obiezioni?

17.           MR. BAMIEH: No, Vostro Onore.

18.           LA CORTE: Bene, signori. Interromperemo l’interrogatorio

19.         della sig.na White, per un altro testimone, che non può

20.         rimanere ultimo al processo. Così, Mr. Bamieh chiamerà il suo

21.         altro testimone più successivo nell’ordine, ora.

22.           MR. BAMIEH: Possiamo avvicinarci alla corte? Ho pensato una

23.         cosa. Scusate.

24.           LA CORTE: Certo.

25.         ///

26.         (Non registrato)

27.         ///

28.           LA CORTE: Va bene. Grazie, signori.

 

 


 Pag.2

 

1.             Può procedere. Mr. Romero, chiami il suo testimone.

2.    MR. ROMERO: Adesso, il Popolo chiama Heather

3.  Christianson-Reeves.

4.    CANCELLIERE: Giura solennemente che la testimonianza che

5.  sta per dare nella causa ora pendente davanti a questa corte

6.  è la verità, tutta la verità, e nient’altro che

7.  la verità, che Dio vi assista?

8.    TESTIMONE: Giuro.

9.    CANCELLIERE: Prego vada al banco dei testimoni.Può,prego,

10.         alzarsi e scandire il suo nome per la registrazione?

11.           TESTIMONE: Heather Christianson-Reeves;H-E-A-T-H-E-R.

12.         C-H-R-I-S-T-I-A-N-S-O-N-, trattino, R-E-E-V-E-S.

13.           LA CORTE: Può interrogare.

14.           MR. ROMERO: Grazie.

15.          

16.           HEATHER CHRISTIANSON-REEVES,

17.         essendo stata chiamata dal Popolo,

18.         è stata esaminata e testimonia quanto segue:

19.          

20.         INTERROGATORIO DIRETTO

21.          

22.           DI MR. ROMERO:

23.           D. Sig.na Reeves, conosce Rebecca White?

24.           R. Sì.

25.           D. Come la conosce?

26.           R. E’ mia madre.

27.           D. E nell’anno 2001, dove viveva?

28.           R. Vivevo a Monterey, California.

 

 


 Pag.3

 

1.    D. Viveva da sola?

2.    R. Scusi. Solo un attimo. Vivevo con mia madre e mio

3.  figlio.

4.    D. Bene. Per tutto il tempo?

5.  C’è stato un punto in cui ha vissuto sola?

6.    R. Sì.

7.    D. Ora lei stava facendo dei calcoli?

8.    R. Sì.

9.    D. Perché?

10.           R. Ho dovuto pensare a che punto circa ho vissuto con lei

11.         o senza di lei perché si era trasferita.

12.           D. Così,c’è stato un tempo in cui non ha vissuto con lei?

13.           R. Scusi?

14.           D. C’è stato un tempo in cui non ha vissuto con sua

15.         madre?

16.           R. Esatto.

17.           D. Mentre viveva con sua madre a Monterey,

18.         sapeva se vedeva qualcuno?

19.           R. Sì.

20.           D. Chi era?

21.           R. Carlo Parlanti.

22.           D. Ha incontrato Carlo Parlanti?

23.           R. Sì.

24.         D  . Conosceva il sig. Parlanti prima che sua madre

25.         iniziasse a vederlo?

26.           R. No.

27.           D. Così, lo ha conosciuto tramite sua madre?

28.           R. Sì.

 

 


 Pag.4

 

 

 

1.    D. A un certo punto, ha testimoniato che sua madre ha

2.  traslocato dalla residenza che aveva con lei?

3.    R. Sì.

4.    D. Ricorda quando è stato?

5.    R. Direi che è stato, uhm, alla fine del

6.  2001.

7.    D. Ma non è sicura in quale mese?

8.    R. Esatto.

9.    D. E sa dove sua madre si è trasferita?

10.           R. Si è trasferita a Westlake.

11.           D. Nella contea di Ventura?

12.           R. Sì.

13.           D. Si è trasferita da sola?

14.           R. No.

15.           D. Con chi si è trasferita?

16.           R. Si è trasferita con Carlo.

17.           D. Ha avuto modo di visitare sua madre e il sig.

18.         Parlanti a Westlake?

19.           R. Sì.

20.           D. Quante volte?

21.           R. Non ricordo.

22.           D. Quante circa? Circa cinque volte?

23.         Dieci volte?

24.           R. Tra le cinque e le dieci volte.

25.           D. Durante queste visite, passava lì

26.         la notte?

27.           R. A volte.

28.           D. E’ mai uscita con sua madre e il sig. Parlanti

 


 

 Pag.5

 

1.  tipo a cena, al cinema?

2.    R. Un paio di volte.

3.    D. Ora, quando lei ha – durante le visite a sua madre e al

4.  sig. Parlanti a Westlake, le è piaciuto

5.  il sig. Parlanti?

6.    R. No.

7.    MR. BAMIEH: Obiezione. Irrilevante, Vostro Onore.

8.    LA CORTE: Respinta.

9.    MR. BAMIEH: Prova di carattere scorretto.

10.           LA CORTE: Scusi?

11.           MR. BAMIEH: Prova di carattere scorretto.

12.           LA CORTE: Respinta. La sua risposta è?

13.           TESTIMONE: No.

14.           D. (Da Mr. Romero) Ora, ricorda di una visita a sua

15.         madre con sua nonna e suo figlio?

16.           R. Sì.

17.           D. E quando è stato?

18.           R. Potrebbe essere stato alla fine di giugno, primi

19.         di luglio nel 2002.

20.           D. Non ricorda il giorno esatto?

21.           R. No.

22.           D. E ricorda di essere stata nell’appartamento con sua

23.         madre e il sig. Parlanti?

24.           R. Sì.

25.           D. Quanto c’è stata?

26.           R. Penso solo un paio d’ore.

27.           D. Aveva qualcosa da mangiare lì?

28.           R. Non ricordo.

 


 Pag.6

 

1.    D. Ricorda di essere andata al negozio di alimentari?

2.    R. Non ricordo.

3.    D. Ricorda di aver parlato con sua madre?

4.    R. Sì.

5.    D. Ricorda di aver parlato col sig. Parlanti?

6.    R. Sì.

7.    D. Ha percepito qualche tensione tra sua madre e

8.  il sig. Parlanti?

9.    MR. BAMIEH: Obiezione. Richiede speculazione.

10.           LA CORTE: Così espressa, può essere. Riformuli.

11.           D. (Da Mr. Romero) Ha visto sua madre e il sig. Parlanti

12.         urlarsi addosso a vicenda?

13.           R. No

14.           D. Ha visto sua madre e il sig. Parlanti spintonarsi

15.         a vicenda?

16.           R. No.

17.           D. Per quanto può ricordare, mentre era lì,

18.         ci sono mai state liti?

19.           R. No.

20.           D. Ricorda di aver mai visto il sig. Parlanti bere?

21.           R. A qualunque ora?

22.           D. Sì.

23.           R. No.

24.           D. Ricorda di aver mai visto sua madre bere?

25.           R. No.

26.           D. Ricorda a che ora è andata via?

27.           R. Era prima che venisse buio.

28.           D. Quindi, un momento nel pomeriggio?

 

 


  

Pag.7 

 

1.    R. Pomeriggio, sì.

2.    D. Quando era lì e ha visto sua madre, ma mai visto delle

3.  ferite sul suo viso?

4.    R. No.

5.    D. Ha mai visto ferite sulle sue mani?

6.    R. No.

7.    D. Sulle sue braccia?

8.    R. Non che io ricordi.

9.    D. E quando è partita nel pomeriggio, è ritornata?

10.           R. No.

11.           D. Dov’è andata?

12.           R. Abbiamo iniziato – sono andata fuori a mangiare.

13.           D. Dov’è andata?

14.           R. Sono andate da T.G.I. Friday’s.

15.           D. E dopo aver mangiato da T.G.I. Friday’s, dove è

16.         andata?

17.           R. Sono andata a casa.

18.           D. Ricorda qualcosa in particolare che è successo da

19.         T.G.I. Friday’s?

20.           R. Ho lasciato la mia borsetta lì.

21.           D. Quando si è accorta di aver lasciato la borsetta lì?

22.           R. Dopo Santa Barbara.

23.           D. In quale T.G.I. Friday’s ha mangiato?

24.           R. Quello – Credo sia a Camarillo.

25.           D. E’ vicino all’autostrada?

26.           R. Esatto.

27.           D. Ha familiarità con quella zona?

28.           R. Sì.


 Pag.8

 

 

  

1.    D. Dopo aver lasciato il T.G.I. Friday’s, dove è

2.  andata?

3.    R. Ho preso la 101 verso nord.

4.    D. Per dove?

5.    R. Per Monterey.

6.    D. Perché Monterey?

7.    R. E’ dove vivevo.

8.    D. Ricorda se ha chiamato sua madre lungo la strada

9.  per Monterey?

10.           R. Sì.

11.           D. Perché?

12.           R. Per dirle che avevo scordato la borsetta.

13.           D. Le ha chiesto di recuperarla per lei?

14.           R. Sì.

15.           D. E’ la sola conversazione telefonica che ricorda di aver

16.         avuto con sua madre quel giorno?

17.           R. Sì.

18.           D. Quando è stata – senza dirmi cosa è stato detto, quando

19.         è stata la volta successiva in cui ha parlato a sua madre?

20.           R. Non ricordo.

21.           D. Quando è tornata a Monterey, chi c’era con lei?

22.           R. Mia nonna, mio figlio e il mio – a quel tempo – il mio

23.         ragazzo.

24.           D. Quanto è rimasta a Monterey prima di partire?

25.           R. Solo un paio di giorni.

26.           D. Quando è partita, dov’è andata?

27.           R. Siamo andati ad Ardmore, Oklahoma.

28.           D. Chi è “noi”?

 


 

 Pag.9

 

  

1.    R. Io, mia nonna e mio figlio.

2.    D. E siete volate indietro insieme?

3.    R. Sì.

4.    D. Perché Ardmore, Oklahoma?

5.    R. E’ dove vive mia nonna.

6.    D. Quanto è rimasta ad Ardore, Oklahoma?

7.    R. Sono stata lì circa una settimana.

8.    D. Mentre è in Oklahoma, ha avuto conversazioni telefoniche

9.  con sua madre?

10.           MR. BAMIEH: Obiezione.

11.           MR. ROMERO: Sì o no?

12.           LA CORTE: Motivi?

13.           MR. BAMIEH: Discussione al banco.

14.           LA CORTE: Respinta.

15.           TESTIMONE: Sì.

16.           D. (Da Mr. Romero): Quante volte ricorda di aver parlato al

17.         telefono con sua madre?

18.         Beh è un po’ vago. Lasciatemi riformulare la

19.         domanda.

20.         A un certo punto, è volata dall’Oklahoma alla

21.         California?

22.           R. Sì.

23.           D. Quanto è stata in Oklahoma prima di volare indietro

24.         in California?

25.           R. Uhm, Sono stata lì tutta la settimana, penso.

26.           D. Quindi…

27.           R. Sì, circa una settimana.

28.           D. E quando è tornata in California, dove

 

 

 

 


 

 

 Pag.10

 

  

1.  Dove è atterrata?

2.    R. Sono atterrata al LAX.

3.    D. Qualcuno l’ha incontrata al LAX?

4.    R. Mamma mi ha incontrata al LAX.

5.    D. La sig.na White?

6.    R. Sì.

7.    D. Qual’era il suo scopo – mi dica il motivo –

8.  cancellatelo.

9.  Sarò molto prudente nel formulare ciò. Voglio che faccia

10.         attenzione alla mia domanda.

11.         Lei è arrivata al LAX, e ha incontrato sua madre per fare

cosa?

12.         R. Beh, non solo sono tornata a casa, ma sono anche venuta a

13.         prenderla.

14.           D. Okay, Quando dice “prenderla”, fare qualcosa con

15.         lei?

16.           R. Sì.

17.           D. Cos’era?

18.           R. Sono andata ad aiutarla a lasciare casa di Carlo.

19.           D. Okay. E sua madre l’ha prelevata allo

20.         aeroporto?

21.           R. Sì.

22.           D. Guidava lei?

23.           R. Sì.

24.           D. Quando ha viaggiato – quando lei e sua madre avete

25.         viaggiato dall’aeroporto, siete andate all’appartamento che

26.         lei aveva con Carlo?

27.           R. Sì.

28.           D. E chi ha guidato dall’aeroporto all’appartamento?

 

 

 


 

 

 Pag.11

  

1.    R. Non ricordo.

2.    D. Mentre è seduta in macchina, è a pochi passi

3.  da sua madre?

4.    R. Sì.

5.    D. Ha visto qualche livido o ferita sul viso di sua

6.  madre?

7.    R. Non ricordo.

8.    D. Non ricorda di aver visto lividi o ferite?

9.    R. No.

10.           D. Ha visto dei lividi sul suo – su – su altre parti

11.         del suo corpo?

12.           R. Non ricordo.

13.           D. Quando è arrivata al LAX, ricorda che giorno

14.         era?

15.           R. Potrebbe essere stato a metà di luglio.

16.           D. Ha aiutato sua madre ad impacchettare le sue cose?

17.           R. Sì.

18.           D. E dove avete messo le sue cose?

19.           R. Abbiamo noleggiato un’auto. Così, nella sua auto e in

20.         quella noleggiata.

21.           D. Ricorda che auto era quella noleggiata?

22.           R. Era una quattro porte sedan qualcosa. Non ricordo

23.         il modello.

24.           D. Era un’auto grande?

25.           R. Era tipo una famigliare.

26.           D. E lei ha guidato quest’auto e sua madre la sua?

27.           R. Esatto.

28.           D. Quanto tempo avete impiegato per impacchettare le

 

 


 

 Pag.12

 

  

1.  sue cose?

2.    R. Un paio d’ore.

3.    D. Quando è andata nell’appartamento, ha visto qualche

4.  mobile dentro?

5.    R. Molto pochi.

6.    D. Ha aiutato sua madre a impacchettare qualche mobile?

7.    R. No.

8.    D. Quando è andata nell’appartamento di sua madre, ha visto

9.  – un ufficio?

10.           R. Sì.

11.           D. Ha visto un computer nell’ufficio?

12.           R. Sì.

13.           D. Ha aiutato sua madre a impacchettare quel computer?

14.           R. No.

15.           D. Dopo le due ore impiegate per caricare le due auto,

16.         dove siete andate lei e sua  madre?

17.           R. Siamo andate o al ristorante o all’hotel.

18.           D. In questo giorno, a metà luglio, ricorda se sua madre

19.         parlò a dei poliziotti o no?

20.           R. Sì.

21.           D. Dove ha parlato coi poliziotti?

22.           R. Nell’appartamento.

23.           D. Ricorda se sua madre ha parlato a un poliziotto altrove

24.         oltre che nell’appartamento?

25.           R. Fuori dall’appartamento.

26.           D. Altri luoghi oltre al complesso dell’appartamento?

27.           R. Sì, sì, uno ci ha incontrate.

28.           D. Dove vi ha viste?

 

 


 

Pag.13 

 

 

1.    R. Uhm… Era un parcheggio, ma non ricordo

2.           dove.

3.    D. Un luogo lontano dal complesso dell’appartamento?

4.    R. Esatto.

5.    D. E il poliziotto le ha parlato?

6.    R. Sì.

7.    D. E questo poliziotto ha parlato con sua madre?

8.    R. Sì.

9.    D. E dopo aver parlato con questo poliziotto, dove siete

10.         andate, lei e sua madre?

11.           R. O al ristorante o all’hotel.

12.           D. Avete passato la notte qui nella Contea di Ventura?

13.           R. Non ricordo in che contea fosse l’hotel.

14.           D. Avete passato la notte in zona?

15.           R. A poche miglia – sì.

16.           D. E il giorno dopo, cosa avete fatto lei e sua madre?

17.           R. Abbiamo guidato verso Monterey.

18.           D. Mentre era in hotel con sua madre,

19.         a quel punto, ricorda se ha visto lividi su sua

20.         madre?

21.           R. Non ricordo.

22.           D. Mentre aiutava sua madre a impacchettare, ha notato

23.         nulla fisicamente nel suo modo di fare i pacchi?

24.           R. Sì.

25.           D. Cosa ha notato?

26.           R. Uhm… aveva difficoltà.

27.           D. Quando dice –

28.           LA CORTE: Scusi, signora. La sento a malapena.

 


 

 

 Pag.14

 

1.  Può assicurarsi che il microfono sia proprio di fronte alla

2.  sua bocca, e può sedervi più vicino che può e

3.  parlare più forte?

4.    D. (Da Mr. Romero) Quando dice che stava avendo delle

5.        difficoltà, può dire in che senso?

6.    R. Uhm… Il suo costato era – era dolente.

7.    D. Ha notato nulla nei suoi movimenti

8.                        fisici?

9.    R. Doveva tipo piegarsi anche solo per

10.         camminare. E aveva difficoltà a respirare.

11.           D. Ha notato se ha portato qualcosa di pesante?

12.           R. No.

13.           D. Mentre eravate all’hotel, ha – cancelli.

14.         C’è nulla che lei ricordi circa il modo in cui

15.         camminava?

16.           R. Beh, voglio dire, lei tipo… Lei aveva difficoltà a

17.         camminare.

18.           D. E ha notato questo per tutta la giornata?

19.           R. Sì.

20.           D. Così, il giorno dopo, lei e sua madre lasciate

21.         la zona.

22.           R. Sì.

23.           D. E dove andate?

24.           R. Siamo andate a Monterey.

25.           D. E quando siete arrivate a Monterey, dove esattamente

26.         siete andate a Monterey?

27.           R. Al mio appartamento.

28.           D. Sua madre è rimasta lì con lei?

 

 


 Pag.15

 

 

 

1.    R. Per la notte.

2.    D. Si ricorda - E’ rimasta con lei solo una

3.  notte a Monterey?

4.    R. Non ricordo per quanto.

5.    D. A un certo punto ha lasciato il suo appartamento?

6.    R. Sì.

7.    D. Le ha detto dove stava andando?

8.    R. Stava andando ad Ardmore.

9.    MR. BAMIEH: Obiezione. Invoca il sentito dire.

10.           LA CORTE: Sostenuto.

11.           MR. BAMIEH: Proposta per colpire.

12.           LA CORTE: La risposta è colpita (data?). Sono i giurati a

13.         doverla trascurare.

14.           D. (Da Mr. Romero)A un qualche punto, mentre era con lei

15.         a Monterey, le ha dato un passaggio all’aeroporto?

16.           R. No.

17.           D. Sua madre ha preso le sue cose quando è

18.         partita?

19.           R. Ha preso quanto riusciva a stare in auto.

20.           D. E poi non l’ha più vista per un po’?

21.           R. No.

22.           D. Durante il periodo in cui era con lei a Monterey,

23.         ricorda di aver visto ferite su di lei?

24.           R. A un certo punto, ricordo di aver visto, come, un livido

25.         sul suo braccio, ma non sono certa di quando è stato.

26.           D. Era un livido leggero?

27.           R. Non ricordo.

28.           D. Ora, nel periodo in cui sua madre frequentava

 

 


 

 Pag.15

  

 

1.  il sig. Parlanti, le ha fatto il sig. Parlanti delle promesse

2.  circa del denaro?

3.    MR. BAMIEH: Obiezione. Invoca il sentito dire e pure

4.  irrilevante.

5.    LA CORTE: Non sono interessato alla cosa del sentito dire

6.  poiché è un’affermazione su cui l’imputato è stato sentito, ma

7.  sentirò con voi circa la domanda di rilevanza

8.  al banco.

9.    MR. ROMERO: Segue la potenziale inclinazione, Vostro Onore.

10.           LA CORTE: Respinta.

11.           D. (Da Mr. Romero) Può rispondere alla domanda.

12.           R. Può ripeterla?

13.           D. Nel periodo in cui sua madre frequentava il sig.

14.         Parlanti, le ha fatto il sig. Parlanti delle promesse

15.         circa del denaro?

16.           R. Ha promesso di pagarmi la scuola.

17.           D. Ha pagato per la sua scuola?

18.           R. No.

19.           D. Ha creduto che avrebbe pagato per il suoi

20.         studi?

21.           R. Dubitavo.

22.           D. Lei gli ha chiesto di pagarle la scuola?

23.           R. No.

24.           D. E’ un’ offerta che le ha fatto?

25.           R. Sì.

26.           D. Non sollecitata da lei?

27.           R. Esatto.

28.           D. Il fatto che non le abbia dato dei soldi per

 

 


 Pag.17

 

 

 

 

1.  la scuola, influisce in qualche modo cosa dice qui oggi

2.  in aula?

3.    R. No.

4.    D. Attualmente lei vive fuori dallo stato della

5.  California?

6.    R. Sì.

7.    D. E come è venuta qui oggi?

8.    R. Ho volato.

9.    D. Chi le ha pagato il volo per qui?

10.           R. La Contea di Ventura.

11.           D. L’ufficio del Pubblico Ministero?

12.           R. Sì.

13.           D. E dove alloggia?

14.           R. Uhm… In hotel.

15.           D. Qui in Ventura?

16.           R. Sì.

17.           D. Chi paga per questo?

18.           R. L’ufficio del PM.

19.           D. E come sta – l’ufficio del Pubblico Ministero

20.         paga pure per i suoi pasti?

21.           R. sì.

22.           D. E quando parte?

23.           R. Sabato mattina.

24.           D. E quando è arrivata?

25.           R. mercoledì sera.

26.           D. Il fatto che l’ufficio del Pubblico Ministero abbia

27.         pagato per queste spese, ha in qualche modo influenzato la

28.         sua testimonianza?

 

 

 


 

 Pag.18

  

 

1.    R. No.

2.    D. Sta testimoniando nel modo più veritiero possibile?

3.    R. Sì.

4.    MR. ROMERO: Non ho altre domande Vostro Onore.

5.    LA CORTE: Interrogatorio incrociato.

6.   

7.    INTERROGATORIO INCROCIATO.

8.   

9.  DA MR. BAMIEH:

10.           D. Salve signora. Come sta?

11.           R. Bene.

12.           D. Il mio nome è Ron Bamieh. Rappresento il sig. Parlanti.

13.         Non ci siamo incontrati prima, vero?

14.           R. No.

15.           D. Vorrei solo porle un paio di domande circa un

16.         paio di cose, e avremo finito va bene?

17.         Signora, Il giorno in cui ha detto di essere andata là e vide

18.         sua madre e il sig. Parlanti, capisco dalla sua testimonianza

19.         che non era esattamente certa di che giorno era?

20.           R. Esatto.

21.           D. Dico bene?

22.           R. Sì.

23.           D. E al meglio delle sue capacità, le ha detto un qualche

24.         tempo tra fine giugno e i primi di luglio.

25.           R. Esatto.

26.           D. E’ chiaro questo?

27.           R. Sì.

28.           D. Bene. Quando ha dato quelle date –

 

 

 

 


 Pag.19

 

 

 

  

1.    MR. ROMERO: Vostro Onore, scusatemi l’interruzione, è un po’

2.  disturbante che l’avvocato stia dietro di me

3.  quando sta facendo domande. Chiedo che sia limitato al suo lato

4.  o al banco dell’avvocato.

5.    MR. BAMIEH: Vorrei poter vedere il testimone.

6.    LA CORTE: Sono certo che lei sia alto abbastanza per vedere

7.  oltre il leggio, Mr. Bamieh. Quindi può usare il leggio invece

8.  di stare dietro al pubblico ministero.

9.    MR. BAMIEH: Bene.

10.           D. (Da Mr. Bamieh) Signora, la - la – definisca con

11.         precisione quelle date per me, se può, tra fine giugno.

12.         Quale sarebbe il periodo quando – il 15 giugno sarebbe per

13.         lei fine giugno?

14.           R. Tardo giugno sarebbe, tipo, il 25.

15.           D. 25.

16.         E quindi cosa sarebbero i primi di luglio?

17.           R. So che doveva essere prima del 4 perché so che ero

18.         a Monterey il 4 luglio.

19.           D. Quindi, un tempo tra  il 3 luglio e, uhm, tardo

20.         – 25 giugno era il tempo in cui ha visto sua madre, giusto?

21.           R. Giusto.

22.           D. Okay. Quel giorno, ha testimoniato di non aver assistito

23.         a liti tra il sig. Parlanti e sua madre; è esatto?

24.           R. Esatto.

25.           D. Ed è un giorno d’estate, esatto?

26.           R. Sì.

27.           D. Bene. Quindi viene buio tardi, esatto?

 

 

 


 Pag.20

 

  

 

1.    R. Giusto.

2.    D. Quindi quando ha detto che è partita il tardo pomeriggio,

3.  può darmi una fascia oraria? E’ tra le 4 p.m. e le

4.  8 p.m.? 9 p.m., era gia diventato buio?

5.    R. Probabilmente, dalle 4 alle 8, sì.

6.    D. Quindi, è una fascia ampia, 4 p.m. - 8 p.m., esatto?

7.    R. Esatto.

8.    D. Bene. E nel periodo in cui era con il sig. Parlanti e

9.  sua madre, l’ha mai vista scrivere in un diario che

10.         si ricordi?

11.           R. No.

12.           D. Lei interagiva con lei e suo – sono certo 

13.         suo nipote, giusto?

14.           R. Esatto.

15.           D. Quanti anni aveva il suo bimbo allora? Ho detto “bimbo”.

16.         Non sono nemmeno sicuro fosse un bimbo, ma mi dica se

17.         sbaglio.

18.           R. Ne avrebbe avuti quattro.

19.           D. Quattro anni?

20.           R. Uhm-uhm.

21.           D. E’ un sì?

22.           R. Sì.

23.           D. E mi sembra lei aveva intenzione di andare a scuola

24.         giusto?

25.           R. Sì.

26.           D. E deve aver usufruito di assistenza, dato che doveva

27.         prendersi cura anche di un bambino, esatto?

28.           R. Giusto.

 

 

 


 Pag.21

 

 

1.    D. Suo padre è David White?

2.    R. Sì.

3.    D. Il livido – ha detto – quando le è sembrato di ricordare –

4.                  e sto – sto parafrasando ciò che ha detto, ma credo sia-

5.                  credo di essere abbastanza vicino a quel che ha detto.

6.                  Le è parso di ricordare un livido sul braccio di sua madre.

7.                 E’ quel che ha detto?

8.    R. Sì.

9.    D. Su che braccio era?

10.           R. Non ricordo.

11.         MR. BAMIEH: Bene, posso avvicinarmi, Vostro Onore?

12.         LA CORTE: Sì.

13.         MR. BAMIEH: Mi avvicinerò con 4 e 6. Va bene?

14.         D. (Da Mr. Bamieh) Sto per mostrarle quanto è stato

15.           precedentemente segnato, signora, con – è segnato come

16.           Popolo 4 e Popolo 6.

17.           Guardando a quella foto, è sua madre?

18.         R. Sì.

19.         D. E’ come appariva al tempo in cui l’ha

20.         vista?

21.         LA CORTE: Chiariamo nella registrazione quale foto sta

22.          guardando il testimone.

23.         MR. BAMIEH: E’ una buona idea.

24.         D. (Da Mr. Bamieh) Sto mostrandole Popolo 4.

25.         R. Può ripetere la domanda?

26.         D. Sì, certo.

27.           In Popolo 4, è quello il modo in cui appariva sua madre

28.           quando l’ha prelevata all’aeroporto quando è tornata da

 

 


 

 Pag.22

 

 

1.  Oklahoma? Approssimativamente? Non dico lo stesso abito, ma

2.  fisicamente?

3.    R. Sì.

4.    D. E se guarda questa foto, che è la 6, sta indicando

5.  quel che pare il suo braccio sinistro.

6.  Concorda con me?

7.    R. Sì.

8.    D. E’ quella l’area in cui pensa di aver visto un

9.  livido o è un altro posto? Al meglio che può

10.         ricordare.

11.           R. Ho pensato ce ne fosse uno nella parte alta del braccio.

12.           D. L’altro braccio?

13.           R. In alto.

14.           D. Parte alta, d’accordo.

15.         Ma non ricorda alcun livido lì?

16.           R. No, non ricordo.

17.           D. E’ come rappresentato in Popolo 6, esatto?

18.           R. Esatto.

19.           MR. BAMIEH: Bene. Scusi. Posso avvicinarmi di nuovo? Ho

20.         scordato di porre una domanda.

21.           LA CORTE: Sì.

22.           D. (Da Mr. Bamieh) Mostrandole ancora la numero

23.         quattro.

24.         La pettinatura che sua madre aveva lì, era la pettinatura

25.         del periodo in cui l’ha vista, esatto?

26.           R. Non ricordo.

27.           D. Non ricorda? Poteva essere un pochino

28.         diversa da quella?

 

 

 


 

 

 Pag.23

 

1.    R. Potevano essere tirati indietro. Potevano essere

2.  raccolti. Non ricordo.

3.    D. E a volte li porta più scuri?

4.    R. Non in quel periodo, no.

5.    D. Non in quel periodo? Era quel colore?

6.    R. Sì.

7.    D. Circa quella lunghezza?

8.    R. Non ricordo.

9.    MR. BAMIEH: Bene, grazie.

10.         Non ho altre domande Vostro Onore.

11.           LA CORTE: Re-diretto.

12.           MR. ROMERO: Non ho altre domande Vostro Onore.

13.           LA CORTE: Sig.na Christianson-Reeves,  grazie per la

14.         testimonianza. Può scendere. E’ dispensata come testimone.

15.           MR. ROMERO: Vostro Onore, La Sig.na White è qui, ma credo

16.         sia col figlio di questa testimone all’asilo

17.         qui. E avrei bisogno di un minuto per andarla a prendere.

18.           LA CORTE: Bene. Questo non è il piano, vero?

19.           MR. ROMERO: Terzo piano, credo.

20.           LA CORTE: Bene. Facciamo una pausa di cinque minuti mentre

21.         la sua testimone si prepara ad andare.

22.           MR. ROMERO: Bene.

23.           LA CORTE: Signori, da ora fino a quando sarete tornati,

24.         assicuratevi di non discutere il caso o esprimere pareri

25.         o conclusioni su di esso.

26.         Siamo in intervallo per 5 minuti.

27.         (I giurati lasciano l’aula)

28.         (Fine registrazione – Intervallo.)

 

 

 


 

 

 Pag.24

 

 

 

1.  (I giurati entrano in aula)

2.   

3.    CANCELLIERE: State seduti, ordine prego.

4.    LA CORTE: Di nuovo sul caso del Popolo contro

5.  Parlanti. Abbiamo tutti i giurati, entrambi i collegi degli

6.  avvocati, l’imputato e la sig.na White.

7.  Può riprendere il suo interrogatorio diretto Mr. Romero.

8.    MR. ROMERO: Grazie Vostro Onore.

9.   

10.           REBECCA WHITE,

11.         essendo stata preventivamente chiamata come testimone dal

12.         Popolo, è stata esaminata e ha testimoniato come segue:

13.           

14.         PROSECUZIONE ESAME DIRETTO

15.          

16.         DA MR. ROMERO:

17.           D. Sig.na White, credo abbiamo interrotto con lei che

18.         guidava verso la Contea di Monterey.

19.         Ricorda questo?

20.           R. Sì.

21.           D. Ora, prima che lasciasse la Contea di Monterey, ha

22.         chiamato i suoi genitori?

23.           R. Sì.

24.           D. Più di una volta?

25.           R. Sì.

26.           D. Ha chiesto ai suoi genitori dei soldi?

27.           R. No.

28.           D. Le hanno offerto, i suoi genitori, dei soldi?

 

 


 

 

 Pag.25 

 

1.    R. Sì.

2.    D. Quale dei due?

3.    R. Mio padre.

4.    D. Quanti soldi le ha offerto?

5.    R. 300$.

6.    D. E per cosa erano quei 300$?

7.    R. Spese per il viaggio verso casa.

8.    D. Quando dice andare a casa, dove intende?

9.    R. Ardmore, Oklahoma.

10.           D. E’ dove abitano i suoi genitori?

11.           R. Sì.

12.           D. Sono benestanti i suoi genitori?

13.           R. Sì.

14.           D. Quindi, avrebbero potuto mandarle più di 300$?

15.           R. Sì.

16.           MR. BAMIEH: Obiezione. Invita alla speculazione.

17.           LA CORTE: Respinta. La sua risposta, signora.

18.           TESTIMONE: Sì, avrebbero potuto.

19.           LA CORTE: Grazie.

20.           D. (Da Mr. Romero) Suo padre ha posto delle condizioni

21.         sui 300$ che le ha mandato?

22.           R. Ha insistito che denunciassi Carlo.

23.           D. Questo ha influito in qualche modo sulla sua decisione

24.         di denunciare il sig. Parlanti alla polizia.

25.           R. No. Avevo già deciso.

26.           MR. BAMIEH: Scusatemi. Non ho sentito la risposta.

27.           TESTIMONE: Avevo già deciso che lo avrei

28.         denunciato.

 

 


 Pag.26

 

 

 

1.    D. (Da Mr. Romero) Suo padre le ha mandato dei soldi?

2.    R. Sono stati trasferiti sul mio conto, sì.

3.    D. Le ha dato dei soldi?

4.    R. Sì.

5.    D. Quanti?

6.    R. 300$.

7.    D. Dopo quei 300$, le ha mandato altri soldi per

8.  tornare in Oklahoma?

9.    R. No.

10.           D. Lei gli ha chiesto altri soldi?

11.           R. No.

12.           D. Lui le ha offerto altri soldi

13.           R. Sì.

14.           D. E lei li ha accettati?

15.           R. No.

16.           MR. BAMIEH: Obiezione. Irrilevante, vostro Onore.

17.           LA CORTE: Se ha una teoria di rilevanza, la ascolterò

18.         qui al banco, Mr. Romero.

19.           MR. ROMERO: Certo.

20.         ///

21.         (discussione al banco non registrata)

22.         ///

23.           LA CORTE: Bene. E Mr. Ardmore, dov’è?

24.         Okay. Non ha sentito una risposta o una domanda?

25.         Qual’era?

26.           GIURATO: Una risposta. Potevo vedere il suo labiale, ma

27.         non so cos’abbia detto.

28.           LA CORTE: Era l’ultima cosa che la testimone ha detto?

 

 

 


 

 Pag.27

 

  

1.    GIURATO: Era qualcosa circa il denaro. So che

2.  la domanda è stata chiesta, se suo padre le ha mandato più soldi

3.  e lei, ha detto, sì, avrebbe potuto, e le ha mandato 300$. Ma a

4.  un certo punto, le sue labbra si muovevano, e io non riuscivo a

5.  capire cosa stesse dicendo.

6.    LA CORTE: Se era l’ultima domanda, non c’è stata alcuna

7.  risposta. Se era una domanda precedente a questa, posso chiedere

8.  all’estensore di rileggere, diciamo, le precedenti 5 domande e

9.  risposte. Aiuterebbe?

10.           GIURATO: Sarebbe ottimo.

11.           LA CORTE: Va bene.

12.         ///

13.           (RILETTURA DELLE DOMANDE E DELLE RISPOSTE RICHIESTE)

14.         ///

15.           LA CORTE: Sì, signora.

16.           GIURATO: Quel che mi ha chiesto: qual’era la

17.         condizione? C’è una domanda circa la condizione?

18.           LA CORTE: Quella era una domanda ancora precedente a quella

19.         circa la condizione sui soldi. Era quella la sua

20.         domanda?

21.           GIURATO: Sì.

22.           LA CORTE: Avvocati, posso fare rileggere; anche se ciò

23.         implica – o vuole ritornare a quel punto?

24.           MR. ROMERO: Posso tornare a quella domanda.

25.           LA CORTE: Torniamo indietro e indirizziamo quella domanda.

26.         E circa l’obiezione pendente è respinta.

27.           MR. ROMERO: Grazie Vostro Onore.

28.           D. (Da Mr. Romero) Sig.na White, i 300$ che lei

 

 

 


 

 Pag.28

 

 

 

1.  ha inizialmente ricevuto da suo padre, suo padre le ha dato quei

2.  300$ alla condizione che lei denunciasse il Sig. Parlanti alla

3.  polizia?

4.    R. Sì.

5.    D. E quella condizione ha determinato la sua denuncia del Sig.

6.  Parlanti alla polizia?

7.    R. No.

8.    D. Ha quella condizione influito in qualche modo la sua

9.  denuncia del sig. Parlanti alla polizia?

10.           R. Ha messo più pressione su di me, ma non ha determinato

11.         la mia decisione.

12.           D. A un certo punto, lei è tornata in Oklahoma?

13.           R. Sì.

14.           D. E quei 300$ sono tutti i soldi che suo padre le ha dato

15.         per tornare in Oklahoma?

16.           R. Sì.

17.           D. Il 18 luglio 2002, è il giorno in cui ha indicato di

18.         aver sporto denuncia alla polizia per la prima volta,

19.         esatto?

20.           R. Sì.

21.           D. Quando è andata alla stazione di polizia quel giorno,

22.         aveva sul viso qualche livido di cui ha scattato le foto

23.         in bagno?

24.           R. No.

25.           D. Erano già spariti?

26.           R. Sì.

27.           D. Aveva qualche livido sul corpo quando

28.         ha denunciato il fatto il 18 luglio?

 

 

 


 Pag.29

 

 

 

 

1.    R. Avevo ancora un livido all’interno del braccio dove

2.  mi ha morsa.

3.    D. Altri lividi che ricordi?

4.    R. No.

5.    D. No, non ne aveva? O no, non ricorda?

6.    R. Non che io ricordi.

7.    D. Ora, quando ha denunciato il fatto il 18 luglio 2002, ha

8.  inizialmente detto loro che le botte e lo stupro sono accaduti

9.  il 6 luglio 2002, esatto?

10.           R. Sì.

11.           D. E il 20 luglio, due giorni dopo la denuncia del fatto,

12.         ha specificato che il fatto era accaduto il

13.         29 giugno, esatto?

14.           MR. BAMIEH: Obietto alla domanda. Credo che esprima

15.         male quel che è la prova.

16.           MR. ROMERO: Posso ritirare la domanda, Vostro Onore, e

17.         porre un’altra domanda per chiarificare.

18.           LA CORTE: Forse ci farà risparmiare tempo.

19.           D. (Da Mr. Romero) Sig.na White, lei ha, a un certo punto,

20.         chiamato l’ufficio dello sceriffo per chiarire qualche data?

21.           R. Sì.

22.           D. E quando lo ha fatto?

23.           R. Credo fosse la notte del 19, quando sono

24.         andata…

25.           D. Ha fatto qualcosa prima di chiamare per chiarire le date

26.         per rinfrescare i suoi ricordi?

27.           R. Ho guardato il calendario.

28.           D. Quale calendario?

 

 


 

 Pag.30

 

 

 

1.    R. Avevo un calendario con me.

2.    D. Come un calendario tascabile? O…

3.    R. Avevo un calendario su cui tenevo la mia agenda. Era un

4.  calendario da muro.

5.    D. Un calendario da muro?

6.    R. Sì.

7.    D. E cosa è successo a questo calendario da muro?

8.    R. Non sono sicura di cosa stia chiedendo.

9.    D. Ha portato il calendario con sé a

10.         Monterey?

11.           R. Sì.

12.           D. Ha portato il calendario con sé

13.         in Oklahoma?

14.           R. Sì.

15.           D. Sa dov’è ora?

16.           R. L’ho dato a lei.

17.           D. L’ha dato a me in persona?

18.           R. Sì.

19.           D. L’ha dato a me o a qualcuno dello

20.         ufficio del Pubblico Ministero –

21.           R. Mi scusi. L’ho dato a Dave.

22.           D. Quindi, quando dice di averlo dato a me intende che lo

23.         ha dato all’ufficio del Pubblico Ministero?

24.           R. Sì.

25.           D. Ora,realmente, nelle mani di chi ha messo il calendario?

26.           R. Dave Williams.

27.           D. Un investigatore dell’ufficio del PM?

28.           R. Sì.

 

 

 


 

 Pag.31

 

 

1.    MR. ROMERO: Posso avvicinarmi al testimone, vostro Onore?

2.    LA CORTE: Sì. Mentre abbiamo qualche ritardo, signori, col

3.  volume aumentato di una tacca, va meglio?

4.    GIURIA: Molto meglio.

5.    D. (Da Mr. Romero) Sig.na White, sto per mostrarle

6.  cosa è contrassegnato come Popolo 24.

7.    MR. ROMERO: Ha visto questo Mr. Bamieh?

8.    MR. BAMIEH: Sì. Grazie.

9.    D. (Da Mr. Romero) Può guardare Popolo 24

10.         per un attimo?

11.           R. (Il testimone esegue)

12.           D. Riconosce cos’è?

13.           R. Sì. E’ il mio calendario.

14.           D. E’ il calendario a cui si riferiva?

15.           R. Sì.

16.           D. E’ il calendario che ha dato al sig. Williams?

17.           R. Sì lo è.

18.           D. E su quel calendario, teneva – scriveva

19.          qualcosa?

20.           R. Sì.

21.           D. Per cosa lo usava?

22.           R. Uhm… Lo usavo per tenere nota delle mie attività

23.         e di quelle di Carlo.

24.           D. Ha scritto qualcosa tra il 29 giugno 2002

25.          e il 18 luglio 2002?

26.           R. Ho scritto il 29.

27.           MR. BAMIEH: Obiezione.

28.           D. (Da Mr. Romero) La mia domanda: Lei ha –

 

 

 

 


 

 Pag.32

 

 

 

 

 

1.    MR. ROMERO: Chiarisco la domanda, vostro Onore.

2.    LA CORTE: Va bene.

3.    D. (Da Mr. Romero) Ha scritto qualcosa?

4.  Senza dirmi cosa, sì o no?

5.    R. Sì.

6.    D. E ha scritto nulla di quello dopo – ha scritto nulla

7.  tra il 29 giugno 2002 e il 18 luglio 2002 dopo che l’evento

8.  di cui ha testimoniato ieri tra lei e il sig.

9.  Parlanti accadde?

10.         Ha capito la mia domanda?

11.           R. Non proprio.

12.           D. Ieri, ha testimoniato circa un evento

13.         accaduto il 29 giugno 2002, esatto?

14.           R. Sì.

15.           D. E ci sono delle cose scritte su quel calendario

16.         dopo il 29 giugno 2002, giusto?

17.           R. Sì.

18.           D. Le ha scritte sul suo calendario dopo il 29 giugno

19.         2002?

20.           R. Sì.

21.           D. Ora, perché era inizialmente confusa quando ha detto

22.          alla polizia che l’evento era accaduto il 6 luglio 2002?

23.           R. Non avevo il mio calendario. Il giorno che sono andata

24.         per la denuncia alla polizia, ho atteso in corridoio 3 ore

25.         prima di vedere in effetti uno sceriffo per denunciare Carlo.

26.         Mi ha chiamata due volte sul cellulare. Avevo molto male. Non

27.         Potevo sedere ed ero molto stanca.

28.           D. Lo capisco, sig.ra White, ma sto avendo


Pag.33

 

  

 

1.  difficoltà nel capire perché ha confuso le date.

2.  Lei ha testimoniato che il sig. Parlanti l’ha picchiata, legata

3.  e violentata, giusto?

4.    R. Sì.

5.    D. L’evento più traumatico che ricorda nella sua

6.  vita?

7.    R. Sì.

8.    D. Perché avrebbe scordato il giorno in cui è successo

9.  quando l’ha raccontato alla polizia il 18?

10.           R. Perché le date intorno al 29 giugno si sono mescolate

11.         e mi sono confusa.

12.           D. E non è stato che quando ha effettivamente guardato il

13.         calendario che queste date sono diventate più chiare?

14.           R. Sì.

15.           D. E’ la sua testimonianza?

16.           R. Sì.

17.           D. Ora, lei ieri ha testimoniato che l’imputato se ne è

18.         andato il 16 luglio 2002 per Gulfport?

19.           R. Sì.

20.           D. Per un viaggio di lavoro, giusto?

21.         Prima che il sig. Parlanti partisse, le ha detto che la

22.         sua relazione con lui era finita?

23.           MR. BAMIEH: Obiezione. Domanda tendenziosa.

24.           LA CORTE: Respinta.

25.           D. (Da Mr. Romero) Può rispondere.

26.           R. No.

27.           D. Lui le ha detto qualcosa circa il volere che le se ne

28.         fosse andata al suo ritorno?


Pag.34

 

 

 

1.    R. No.

2.    D. Le ha chiesto di andarsene mentre era via?

3.    R. No.

4.    D. Quando è partito per Gulfport, ha pensato che forse stesse

5.  vedendo un’altra donna?

6.    R. Sapevo che flirtava con Cecelia in Gulfport.

7.    D. Sapeva che il sig. Parlanti aveva

8.  personalmente visto Cecilia prima di partire per Gulfport il

9.   16?

10.            R. Sì.

11.            D. Sospettava che avesse una relazione con lei

12.         prima che partisse il 16?

13.           R. Sì.

14.           D. Dopo che Parlanti è partito e lei ha impacchettato e

15.         portato via le sue cose dall’appartamento, ha chiamato il

16.         sig. Parlanti per dirle quello che stava facendo?

17.           R. No.

18.           D. Ha inviato un’email al sig. Parlanti per dirgli che se

19.         ne stava andando?

20.           R. No.

21.           D. Ricorda, dopo la denuncia del fatto all’ufficio dello

22.         sceriffo, se ha mandato email a qualcuno su quanto fatto?

23.           R. Mi scusi, me lo chieda ancora.

24.           D. Ricorda di aver scritto email a qualcuno che conosceva

25.         per dirgli di aver denunciato Parlanti alla polizia?

26.           R. Sì.

27.           D. A chi ha scritto?

28.           R. Cecelia, Ms. Hollingsworth, Kanika, la mia amica Debra,

 


 

 Pag.35

  

 

1.  un’amica di Carlo, di cui non ricordo il nome e che vive a

2.  Bakersfield, e vari altri amici e parenti.

3.    D. Ricorda di aver scritto un’email a una donna di nome

4.  Katia Anedda?

5.    R. Non subito, ma sì.

6.    D. Ricorda di aver scritto a un parente del sig.

7.  Parlanti?

8.    R. Suo fratello, sì.

9.    D. Ricorda, a un certo punto dopo la denuncia di Parlanti alla

10.          polizia, di aver scritto un’email a Parlanti

11.         stesso?

12.           R. Scusi, ripeta la domanda.

13.           D. Ricorda di aver scritto un’email all’imputato,

14.         dicendogli di averlo denunciato alla polizia?

15.           R. No, non l’ho fatto.

16.           D. Chi è Katia Anedda?

17.           MR. BAMIEH: Obiezione. Manca fondamento circa come l’abbia

18.         conosciuta.

19.           LA CORTE: Accolta.

20.           D. (Da Mr. Romero) Ha testimoniato di aver scritto una

21.         e-mail a Katia Anedda, giusto?

22.           R. Sì.

23.           D. Come ha conosciuto Katia?

24.           R. E’ un’amica di Carlo, e abbiamo chattato su

25.         Messenger e parlato al telefono in appartamento, molte volte.

26.           D. Quindi prima del 29 giugno 2002, lei aveva parlato con

27.         Katia al telefono?

28.           R. Sì.

 

 

 


 Pag.36

 

 

 

 

1.    D. E ha comunicato con lei via e-mail?

2.    R. Sì.

3.    D. E dopo il 29 giugno, ha continuato a

4.  comunicare con lei?

5.    R. Sì.

6.    D. Per telefono?

7.    R. No.

8.    D. Via e-mail?

9.    R. Sì.

10.           D. Per quanto tempo è stata a Monterey dopo aver lasciato

11.         la Contea di Ventura?

12.           R. Circa una settimana.

13.           D. Con chi è stata?

14.           R. Mia figlia.

15.           D. E dopo una settimana con sua figlia, dove è

16.         andata?

17.           R. Ho guidato  verso la mia città, Ardmore, Oklahoma.

18.           D. Sto per tornare indietro un momento.

19.         Sua figlia l’ha aiutata a trasferirsi dall’appartamento

20.         di Westlake?

21.           R. Sì.

22.           D. Era – qualcun altro vi ha aiutate?

23.           R. No.

24.           D. Quando ha portato via le sue cose dall’appartamento?

25.           R. Mia figlia a rimosso tutto il 19.

26.           D. Lei ha portato via qualcosa?

27.           R. Non ero in grado di sollevare nulla.

28.           D. Dopo aver portato via le sue cose, crede

 

 


 Pag.37

 

 

  

1.  ha testimoniato ieri che avete messo le cose in due auto?

2.    R. Sì.

3.    D. Dove siete andate quella notte?

4.    R. Siamo state in un motel appena fuori la Contea di Ventura

5.  perché eravamo esauste.

6.    D. Lei e sua figlia?

7.    R. Sì.

8.    D. E il giorno dopo, dove siete andate?

9.    R. Siamo andate a Monterey.

10.           D. Prima di recarsi a Monterey, ha parlato a qualche

11.         ufficiale di polizia?

12.           R. Sì.

13.           D. Dove?

14.           R. Al telefono.

15.           D. Ha parlato a un poliziotto di persona?

16.           R. Non credo.

17.           D. Ricorda di essersi fermata alla Civic Arts

18.         Plaza prima di andare a Monterey?

19.           R. E’ stato la sera prima.

20.           D. Quindi il 18?

21.           R. Abbiamo passato la notte del 19 in motel. Quindi è

22.         stato prima che andassimo al motel.

23.           D. Quindi il 19?

24.           R. Sì.

25.           D. E il 20 – il 20 luglio 2002 è quando ha guidato per

26.         Monterey?

27.           R. Sì.

28.           D. E quindi è stata una settimana a Monterey con sua

 

 


 

 Pag.38

 

1.  figlia?

2.    R. Sì.

3.    D. Durante quella settimana ha scritto email a Katia Anedda?

4.    R. Non credo sia stato in quella settimana. E’ stato dopo

5.   che sono giunta in Oklahoma che le ho scritto un’email.

6.    D. Una volta in Oklahoma, le ha scritto?

7.    R. Credo di sì. sì.

8.    D. Quante volte, circa?

9.    R. Forse sei volte. Non so davvero.

10.           D. In questo periodo, mentre è a Monterey e nella prima

11.         settimana in Oklahoma, ha comunicato con l’ufficio dello

12.         sceriffo?

13.           R. Sì, spesso.

14.           D. Con chi ha parlato?

15.           R. Credo fosse l’investigatore Reilly.

16.           D. Quanto è rimasta ad Ardmore, Oklahoma, prima di

17.         trasferirsi altrove?

18.           R. Credo per circa un anno.

19.           D. E durante questo anno in Oklahoma, ha scritto email

20.         a Katia Anedda?

21.           R. Sì.

22.           MR. ROMERO: Posso avvicinarmi alla testimone, vostro Onore?

23.           LA CORTE: Sì

24.           MR. BAMIEH: Posso vedere?

25.           MR. ROMERO: Sì, non è ancora stato contrassegnato.

26.           D. (Da Mr. Romero) Sig.na White, sto per chiederle di

27.         guardare Popolo 46. Gli dia un’occhiata per un

28.         momento.

 


 Pag.39

 

  

1.  Riconosce cos’è?

2.    R. Sì.

3.    D. E senza dirmi il contenuto, mi dice solo

4.  cosa è?

5.    R. E’ una mia email a Katia.

6.    D. E nella sua email a Katia, parla dei suoi

7.  sentimenti per il sig. Parlanti?

8.    R. Sì.

9.    D. E nel periodo in cui era in Oklahoma, quali erano i suoi

10.         sentimenti per il sig. Parlanti?

11.           R. Lo amavo ancora.

12.           D. Bene, e come oggi siede in aula e testimonia, quali sono

13.         i suoi sentimenti per il sig. Parlanti?

14.           R. Disgusto e rabbia.

15.           D. Ha sentimenti di affetto per lui?

16.           R. No.

17.           D. Ora, lei ha detto che in questo periodo, lei è anche in

18.         contatto con le forze dell’ordine, giusto?

19.           R. Sì.

20.           D. E lei vuole che le forze dell’ordine arrestino Parlanti;

21.         è giusto?

22.           R. Sì.

23.           D. Ora, può spiegare come ha potuto scrivere email a Katia,

24.         dicendole quanto le importasse di Parlanti, e al contempo

25.         parlare alle forze dell’ordine circa il volerlo

26.         arrestato?

27.           R. Non sono sicura di cosa mi chieda.

28.           D. Sembra un conflitto di emozioni

 

 


 Pag.40

 

 

 

1.  Può illuminarci circa questo?

2.    R. Amavo ancora Carlo. Katia era mia amica mentre vivevo con

3.  Carlo, ma sentivo che lei sapeva dove era, e che se le avessi

4.  detto i miei sentimenti, mi avrebbe rivelato dov’era,

5.  e io volevo saperlo.

6.    D. Così lei voleva provare e trovarlo?

7.    R. Sì.

8.    D. Perché?

9.    R. Così avrei potuto dire alla polizia dov’era.

10.           D. Provava ancora lealtà per il sig. Parlanti?

11.           R. No.

12.           D. Provava ancora amore per il sig. Parlanti?

13.           R. Sì.

14.           D. E’ ciò che ha causato tale miscuglio di sentimenti?

15.           R. Sì.

16.           D. Mi sembra che lei abbia testimoniato di aver scritto più

17.         email a Katia, giusto?

18.           R. Sì.

19.           MR. ROMERO: Posso avvicinarmi ancora, Vostro Onore?

20.           LA CORTE: Sì.

21.           D. (Da Mr. Romero) Sto per mostrarle cosa è stato

22.         contrassegnato come Popolo 48.

23.         Può per favore dare un’occhiata a Popolo 48 per un

24.         momento?

25.           R. (la testimone esegue)

26.           D. Riconosce cosa è Popolo 48?

27.           R. Sì.

28.           D. Senza dirmi in modo specifico il contenuto

 

 


 

 Pag.41

  

1.  che cos’è?

2.    R. E’ la mia ultima email a Katia.

3.    D. In quell’email, fa qualche riferimento al suo

4.  affetto per il sig. Parlanti?

5.    R. Sì.

6.    D. Fa qualche riferimento al pene del sig. Parlanti?

7.    R. Sì.

8.    D. Come una fonte di piacere per lei?

9.    R. Questa è una domanda da “sì o no”?

10.           D. Sì.

11.           R. Sì.

12.           D. Perché l’ha fatto?

13.         Ha difficoltà a rispondere?

14.           R. Si, scusate.

15.           D. Quando ha scritto quell’email, provava ancora

16.         sentimenti per lui?

17.           R. Sì, ma non è questo il motivo per cui ho scritto la

18.         e-mail.

19.           D. Perché l’ha scritta?

20.           R. Questa è una cosa che Carlo ha sempre cercato di farmi

21.         dire che non avrei detto a lui. Aveva pochissima

22.         autostima.

23.           MR. BAMIEH: Obiezione, vostro Onore. Invita alla

24.         speculazione. Non rispondente.

25.           LA CORTE: Non è rispondente. Accolta.

26.           TESTIMONE: Ogni giorno, lui mi, in qualche modo –

27.           LA CORE: Signora, l’obiezione è stata accolta.

28.         Vorrei che aspettasse la prossima domanda e

 

 


 Pag.42

 

  

1.  rispondesse a quella, prego.

2.    D. (Da Mr. Romero) Mi sembra che lei abbia testimoniato che

3.  parlare del suo pene è qualcosa che Carlo ha sempre voluto che

4.  lei facesse?

5.    R. Sì.

6.    D. Quante volte, durante la relazione con lui –

7.  con lui le ha chiesto di dire questo?

8.    R. Molte volte.

9.    D. E lei non glielo ha detto durante la vostra relazione?

10.           R. Non questa esatta affermazione, no.

11.           D. quindi, perché dirgli questo dopo che la relazione è

12.         finita e sta vivendo in Oklahoma?

13.           R. So quasi certamente che lui è lì, e sto cercando

14.         di provocarlo perché mi risponda.

15.           D. Lei crede che lui sia dove?

16.           R. Con Katia.

17.           D. E dove crede che sia Katia?

18.           R. In Italia.

19.           D. In qualcuna delle email a Katia, lei dice a Katia

20.         che il sig. Parlanti l’ha violentata?

21.           R. Sì.

22.           D. Ha detto a Katia che il sig. Parlanti l’ha picchiata?

23.           MR. BAMIEH: Obiezione. Richiede sentito dire, vostro Onore,

24.         in entrambi i capi d’accusa.

25.           LA CORTE: Accolta.

26.           MR. BAMIEH: Chiedo la cancellazione di entrambe le risposte.

27.           MR. ROMERO: Credo che la risposta sia già stata inserita.

28.           LA CORTE: E’ un’obiezione tardiva circa la prima

 


 Pag.43

 

 

  

1.  domanda.

2.  Vuole essere sentito sul se dovrebbe essere

3.  cancellata?

4.    MR. ROMERO: Sì, vostro Onore.

5.    LA CORTE: Ascolterò al banco.

6.  ///

7.  (Dibattito al banco non registrato)

8.  ///

9.    LA CORTE: Bene, grazie avvocati.

10.         L’obiezione sarà respinta.

11.         Potrei avere la rilettura dell’ultima domanda, per favore?

12.         Non abbiamo una risposta per questa.

13.           (RILETURA DELLA DOMANDA RICHIESTA)

14.           MR. ROMERO: Può rispondere alla domanda.

15.           TESTIMONE: Sì, l’ho fatto.

16.           LA CORTE: Scusatemi un secondo. Circa l’ultima domanda

17.         e risposta, laddove ho ammesso la domanda e quella

18.         precedente, signore e signori, le risposte ineriscono a ciò

19.         che la testimone dice essere contenuto in email. Comunque non

20.         potete considerare quelle – questa descrizione dei contenuti

21.         per la verità del detto caso. La prova è raccolta solo per

22.         assistervi, se può, nel capire altri aspetti del

23.         caso, e non potete considerare la ripetizione della testimone

24.         del contenuto di ogni email o la verità di quanto contenuto

25.         nelle email.

26.         Nessun altra ammonizione richiesta dalle parti?

27.           MR. ROMERO: No, vostro Onore.

28.           MR. BAMIEH: No, grazie.

 


 Pag.44

 

 

 

1.    LA CORTE: Bene. Procediamo.

2.    D. (Da Mr. Romero) Ha detto a Katia che

3.  il sig. Parlanti l’ha violentata?

4.    R. Sì.

5.    D. E lo ha fatto anche via email?

6.    R. Sì.

7.    D. E quando ricorda di aver fatto questo?

8.    R. Era o Agosto o Settembre.

9.    D. Di che anno?

10.           R. 2002.

11.           D. Ora, mentre era a Monterey, vivendo con sua figlia,

12.         si è sottoposta a trattamenti medici?

13.           R. La settimana in cui ero lì, sì.

14.           D. E dov’è andata?

15.           R. Credo sia chiamata la Doctor’s Clinic.

16.           D. Perché è andata in quella clinica in particolare?

17.           R. La mia amica, Kanika Smith, lavorava lì. Lei

18.         ha fatto un accordo col dottore per visitarmi per…

19.           D. Va bene.

20.           R. Un costo inferiore perché non avevo molti

21.         soldi.

22.           D. E dal 29 giugno 2002, è questa la prima volta in cui

23.         è andata da un medico?

24.           R. Sì.

25.           D. E ha raccontato il fatto avvenuto il

26.         29 giugno a questo dottore?

27.           R. Sì.

28.           D. E questo dottore ha condotto un esame fisico

 

 


 

 Pag.45

 

 

 

1.  su di lei?

2.    R. Si, lo ha fatto.

3.    D. Ricorda se le hanno fatto delle radiografie?

4.    R. Sì.

5.    D. Da quando ha visto quel medico, ha visto altri

6.  dottori? Sì o No?

7.    R. Sì.

8.    D. Ha visto altri dottori per delle cure per quanto

9.  accaduto il 29 giugno 2002?

10.           MR. BAMIEH: Obietto. Vago sia per il tempo che per il

11.         luogo per cui ha visto quei dottori. Rilevanza.

12.           LA CORTE: Accolta.

13.           D. (Mr. Romero) Dopo aver visto quel dottore a Monterey,

14.         Credo abbia testimoniato di aver visto altri

15.         dottori, giusto?

16.           R. Sì.

17.           D. Quanto spesso?

18.           R. Entro la prima settimana in cui ero ad Ardmore, la mia

19.         città, sono andata dal mio medico di famiglia.

20.           D. Ha visto altri dottori oltre al quello

21.         in Ardmore?

22.           R. E poi entro quella settimana o la successiva, ho

23.         visto un altro medico.

24.           D. Mi faccia chiedere questo: dall’arrivo ad Ardmore ad

25.         oggi, in cui siede qui in aula

26.         a testimoniare, quanti medici ha visto?

27.           MR. BAMIEH: Obiezione. Irrilevante, vostro Onore, così

28.         formulata.

 


 Pag.46

 

  

 

1.    LA CORTE: Accolta.

2.    D. (Da Mr. Romero) Dal ritorno ad Ardmore, Oklahoma,

3.  nel 2002, a questo giorno, quanti dottori

4.  ha visto per cure circa il fatto che

5.  accadde il 29 giugno 2002?

6.    R. Circa sei o sette dottori.

7.    D. Sta attualmente vedendo un medico?

8.    R. Sì.

9.    D. Più di uno?

10.           R. No.

11.           D. Ha avuto qualche problema fisico dal

12.         29 giugno 2002?

13.           MR. BAMIEH: Obiezione. Irrilevante così formulata.

14.           LA CORTE: Accolta.

15.           D. (Da Mr. Romero) Ha avuto qualche problema persistente,

16.         problemi fisici dal 29 giugno 2002?

17.           MR. BAMIEH: Obiezione. Irrilevante così formulata.

18.           LA CORTE: Accolta.

19.           MR. ROMERO: L’obiezione viene accolta per la rilevanza

20.         o per la forma della domanda?

21.           LA CORTE: LA domanda è così vasta che non è rilevante.

22.         Se lei sta chiedendo se la testimone ha ricevuto cure

23.         per via di quanto testimoniato circa l’evento accaduto

24.         il 29 giugno, questo potrebbe rilevare, ma il fatto che la

25.         testimone abbia avuto problemi fisici da allora non lo sarebbe.

26.           MR. ROMERO: Va bene.

27.           D. (Da Mr. Romero) Credo che lei abbia testimoniato di aver

28.         seguito cure da altri dottori oltre a quello

 


 Vede dottori perchè in un primo momento si sente persa ma guida sino a Monterey

 Pag.47

 

 

1.  a Monterey per quanto occorso il 29 giugno 2002, esatto?

2.    R. Sì.

3.    D. In particolare, per cosa si è curata?

4.    MR. BAMIEH: Obietto, vostro Onore. La domanda è vasta

5.  e senza fondamento.

6.    LA CORTE: Respinta.

7.    D. (Da Mr. Romero) Può rispondere.

8.    R. Inizialmente, mi sentivo persa.

9.  E’ questo che mi sta chiedendo?

10.           D. Lei ha detto – così posso chiarire cos’era la sua

11.         risposta, ha detto, “Inizialmente, mi sentivo persa.”?

12.           R. Sì.

13.           D. Mi lasci chiedere questo: ha assunto medicine per

14.         problemi di memoria?

15.           R. Sì.

16.           D. Ha avuto problemi di memoria dal 29 giugno 2002?

17.           R. Sì.

18.           D. Ha avuto problemi di memoria prima del 29 giugno

19.         2002?

20.           R. No.

21.           D. Sta attualmente assumendo farmaci?

22.           R. Sì.

23.           D. Qualche farmaco che possa influire sulla sua capacità

24.         di testimoniare oggi?

25.           R. No.

26.           D. Ora, sto per tornare indietro brevemente.

27.         Nel periodo in cui viveva col sig. Parlanti a

28.         Thousand Oaks, scusi, a Westlake, ha testimoniato che lei

 

 


 Pag.48

 

  

 

1.  di essere andata in visita da sua figlia a Monterey talvolta, giusto?

2.    R. Sì.

3.    D. durante una di queste visite a – con sua figlia

4.  a Monterey, ha mai mostrato a sua figlia dei lividi sul suo

5.  corpo?

6.    R. Lividità sul mio busto e sulle mie braccia.

7.    D. Ricorda di aver mostrato questo a sua figlia?

8.    R. Sì.

9.    D. Ricorda quando se l’è fatto?

10.           R. Il mio busto è stato nel fine settimana del giorno della mamma.

11.           D. Come si è ferita il torace? Quel

12.         livido?

13.           R. Uhm… da Carlo.

14.           D. Viene dallo stesso evento che ha descritto ieri

15.         in cui ha usato una cintura sul suo busto?

16.           R. Sì.

17.           D. Sta testimoniando in modo veritiero oggi?

18.           R. Sì.

19.           D. Ha testimoniato in modo veritiero ieri?

20.           R. Sì.

21.           D. – al meglio di quanto ricordi? –

22.           R. Sì.

23.           D. Com’è arrivata alla Contea di Ventura per testimoniare

24.         a questo processo?

25.           R. In Aereo.

26.           D. Chi ha pagato quell’aereo?

27.           R. L’ufficio del pubblico ministero.

28.           D. Dove alloggia?

 

 


 Pag.49

 

 

  

1.    R. Nella Contea di Ventura.

2.    D. Dove alloggia qui nella Contea di Ventura durante

3.  il processo?

4.    R. In un motel.

5.    D. Chi paga per questo motel?

6.    R. L’ ufficio del Pubblico Ministero.

7.    D. L’ufficio del Pubblico Ministero le da dei

8.  soldi per il cibo?

9.    R. Sì.

10.            D. Il fatto che l’ufficio del Pubblico Ministero stia

11.         pagando per queste spese, determina il modo in cui ha

12.         testimoniato negli scorsi due giorni?

13.           R. No.

14.           D. Una volta che ha lasciato la California per l’Oklahoma,

15.         temeva che l’imputato potesse trovarla?

16.           R. Sì.

17.           D. Ha fatto nulla per evitare che la trovasse?

18.           MR. BAMIEH: Obiezione. Irrilevante, vostro Onore.

19.           LA CORTE: Respinta.

20.           D. (Da Mr. Romero) Sì o no?

21.           R. Sì.

22.           D. In particolare, può dirmi cos’ha fatto per –

23.           MR. BAMIEH: Irrilevante, vostro Onore. Scusatemi,

24.         Mr. Romero, scusi.

25.           LA CORTE: Può offrire qualche prova, Mr. Romero?

26.         L’assumerò al banco se ce l’ha.

27.           MR. ROMERO: La ho, vostro Onore.

28.         ///

 

 


 

 Pag.50

 

 

1.  (Dibattito al banco non registrato)

2.  ///

3.    LA CORTE: Grazie, avvocati. L’obiezione è

4.  respinta.

5.    D. (Da Mr. Romero)  Sig.na White. mi lasci chiederle di

6.  nuovo la domanda.

7.  Ha cambiato nome?

8.    R. Sì.

9.    D. Il suo nome non è più “Rebecca White”?

10.           R. Non è più “Rebecca White”.

11.           D. Perché l’ha fatto?

12.           R. Così non sarei mai stata trovata.

13.           D. Da chi?

14.           R. Carlo.

15.           D. Dalla fine del 2002 ad oggi, lei ha cambiato

16.         casa?

17.           R. Ho traslocato 13 volte.

18.           D. Perché l’ha fatto?

19.           R. Ho molte telefonate notturne intorno a mezzanotte. I

20.         miei vicini sono stati chiamati.

21.           D. L’ha fatto per rendere difficile essere rintracciata?

22.           R. Sì.

23.           D. Da chi?

24.           R. Carlo.

25.           MR. ROMERO: Non ho altre domande, vostro Onore.

26.           LA CORTE: Inizieremo l’interrogatorio incrociato col

27.         testimone nel pomeriggio. Sto per iniziare altre cause tra

28.         ora e allora. Quindi, signori, sarete dispensati

 


 Pag.51

  

1.  fino all’1:30.

2.  Tra ora e quando tornerete in aula per favore

3.  non discutete del caso. Per favore non formate né esprimete

4.  opzioni o conclusioni su di esso. Ci rivediamo qui alla

5.  1:30.

6.  Avvocati, torneremo ora ai rispettivi altri casi. Sig.na White

7.  può scendere. Ci rivedremo qui

8.  all’1:30, prego.

9.    TESTIMONE: Grazie, signore.

10.         (I giurati lasciano l’aula)

11.           MR. ROMERO: Il mio investigatore è andato a prendere la

12.         sig.na Reeves, che ha il figio qui. Quindi ha il figlio allo

13.         asilo al terzo piano.

14.           LA CORTE: Avvocati, mentre abbiamo un momento morto, c’era

15.         qualcosa che dovevamo mettere a verbale di cui uno dei due

16.         necessita una registrazione?

17.           MR. BAMIEH: Sarebbe il momento di registrare ciò che il

18.         vice sceriffo Pettit ci ha detto al banco.

19.           LA CORTE: Marty, lei ha avuto comunicazione col giurato n.

20.         10 su cosa la sig.na White vi disse circa il presentimento

21.         che sarebbe stata contattata dalla madre dell’imputato.

22.         Può riassumere questo per noi?

23.           CANCELLIERE: Lui ha udito una porzione di ciò che ha

24.         pensato lei disse.

25.           LA CORTE: torniamo a ciò che la sig.na White le ha detto.

26.         Come ha scoperto che c’era un’allegazione che c’era qualcosa

27.         detto in aula?

28.           CANCELLIERE: Lei mi ha fatto cenno mentre gli avvocati

 

 


 Pag.52

 

 

1.  erano al banco.

2.    LA CORTE: questa è la testimone White?

3.    CANCELLIERE: Sono andato alla sbarra, e lei ha bisbigliato

4.  verso di me - non ho nemmeno sentito così velocemente – che

5.  pensava che la madre dell’imputato stava dicendo del – forse

6.  parole oscene a lei. Così, sono arretrato e vi ho fatto sapere

7.  di questo.

8.  E la volta successiva in cui gli avvocati erano al banco, il

9.  giurato n. 10 mi ha detto di aver sentito parte del discorso.

10.         Non so quanto, e lui non sapeva che fare con quella

11.         informazione.

12.           LA CORTE: Okay. Bene, avvocati, entrambi sapete quel che so

13.         io. Quindi fatemi sapere se volete qualche tipo di audizione

14.         o istruttoria col testimone o col giurato n. 10 o altro

15.         del genere?

16.           MR. BAMIEH: Stavo pensando, credo che ciò che vorrei è

17.         un’istruzione della Corte al giurato che nulla di ciò che ha

18.         sentito non altera alcuna decisione possa mai

19.         farsi. E se è rilevante, verrà fuori al processo.

20.           LA CORTE: Suona bene.

21.           MR. ROMERO: Mi sta bene, vostro Onore.

22.           LA CORTE: Ha in mente qualcosa, Mr. Bamieh?

23.         Qualcosa di eloquente e breve?

24.           MR. BAMIEH: E’ stata la mia prima impressione del fatto.

25.           LA CORTE: Non volevo dire che non sia stato

26.         eloquente.

27.           MR. BAMIEH: Grazie. Il – Credo che il, “Ha colto la mia

28.         attenzione il fatto che lei possa aver udito qualcosa che

 

 


 

 Pag 53

 

1.  la sig.na White ha detto al v.sceriffo Pettit, Lei è “ammonito”

2.  – o qualunque parola voglia usare per ammonito – “lei è istruito

3.  che non ci dovrebbe essere alcuna pressione sulla sua decisione

4.  e su qualunque cosa sarà chiamato a decidere in questo caso. Ha

5.  problemi con questo o ha da dire su questo?

6.  Capisce?” E se la persona dice “sì”, noi diciamo,

7.  “Grazie tante”.

8.    LA CORTE: Bene.

9.    MR. BAMIEH: E voglio dire, Sono molto esitante a iniziare ad

10.         interrogare i giurati.

11.           LA CORTE: Sicuro.

12.           MR. BAMIEH: E mi piacerebbe trovare – vedere se il

13.         Consolato Generale è ancora qui per vedere se non riesco ad

14.         averlo per chiarire certi punti con la sig.ra Parlanti.

15.           LA CORTE: Bene, se lo vuole fare, mi sta bene.

16.         Conosco Marty e la madre dell’imputato e il console è uscito

17.         durante l’interrogatorio. Così che possa già essersene

18.         curato.

19.           MR. BAMIEH: c’è stata qualche discussione con la sig.ra Parlanti?

20.           CANCELLIERE: Ho chiesto loro di uscire tutti, poiché non

21.         voglio che origlino. Ho spiegato loro, non so se è

22.         vero o no, ma le vittime credono che la madre le abbia

23.         detto qualcosa e bisbigliato parole verso di lei, e

24.         dobbiamo essere prudenti con ciò. Il console ha spiegato

25.         questo, e ho chiesto alla madre se avesse potuto sedere

26.         dall’altra parte così che non ci sarebbe stato contatto

27.         visuale e proibire altri incidenti.

28.           LA CORTE: Bene. Se vuole parlare al console e

 

 


 

 Pag. 54

 

 

 

1.  andare avanti, vada avanti.

2.    MR. BAMIEH: Bene. Sto per uscire molto rapidamente ed

3.  aspettare che arrivi qui, la sig.na Christianson-Reeves.

4.    LA CORTE: Va bene.

5.  ///

6.  (Non registrato.)

7.  ///

8.    LA CORTE: Torniamo alla registrazione ad una 402 audizione

9.  con la sig.na Christianson-Reeves.

10.         E Mr. Romero, solo per il verbale, il mio comprendere,

11.         alla discussione al banco, è che lei non stava per

12.         intraprendere nessun fresco reclamo di prova con questo

13.         testimone. Ammetto che ero in errore in ciò. E anche se ho

14.         già dispensato la testimone, vuole richiamarla per entrare

15.         in quest’altra area; è giusto?

16.           MR. ROMERO: Lo voglio, vostro Onore. Mio – e ancora, io

17.         non intendo trasmettervi indirettamente che volevo solo

18.         evitare il dibattito su un nuovo reclamo di prova insieme. Il

19.         mio intendimento era che non le avrei chiesto nulla al

20.         momento poiché voi non avete avuto modo di condurre questa udienza.

21.           LA CORTE: C’è qualche obiezione a che la testimone venga

22.         richiamata?

23.           MR. BAMIEH: Beh, voglio dire, ne farò una. Anticipo quale

24.         è la decisione della Corte.

25.           LA CORTE: La legge dice che è discrezionale. In ordine allo

26.         esercizio del mio potere discrezionale, devo sentire ambedue

27.         le parti. Il mio tentativo è che la permetterò.

28.           MR. BAMIEH: Non solleverò alcuna discussione di

 


 Pag.55

 

 

 

 

 

 

1.  severo pregiudizio. Capisco.

2.  LA CORTE: Suona come se un piccolo singhiozzo nel procedimento

3.  abbia causato un mio fraintendimento. Va bene.

4.  La testimone può essere richiamata. Era stata dispensata.

5.  Dovrà prestare di nuovo giuramento.

6.  CANCELLIERE: Giura solennemente che la testimonianza che sta

7.  per dare nella causa ora pendente dinanzi a questa corte

8.  è la verità, tutta la verità e nient’altro che la verità, e che

9.  dio vi assista?

10.         TESTIMONE: Giuro.

11.         CANCELLIERE: Prego, sieda al banco dei testimoni. Può,

12.         per favore, ripetere il suo nome per la registrazione.

13.         TRESTIMONE: Heather Christianson-Reeves.

14.         CANCELLIERE: Grazie.

15.         LA CORTE: Può interrogare.

16.         MR. ROMERO: Grazie.

17.         .

18.         HEATHER CHRISTIANSON-REEVES,

19.         essendo stata chiamata come testimone dal Popolo,

20.         sotto la sezione 402 del codice sulle prove,

21.         è stata esaminata e ha testimoniato come segue:

22.         .

23.         INTERROGATORIO DIRETTO

24.         DA MR. ROMERO:

25.         D. Sig.na Reeves, credo lei abbia in precedenza

26.         testimoniato che dopo essere andata a Monterey

27.         e aver aiutato sua madre a trasferirsi con lei a Monterey, lei

28.         è tornata in Oklahoma, esatto?

 


Pag.56

 

 

 

  1. Mi lasci – era una pessima domanda.
  2. A un certo punto, mentre aiutava sua madre a trasferirsi a
  3. Monterey, sua madre ha smesso di vivere con lei, esatto?
  4. R. Sì.
  5. D. E a un certo punto dopo questo, lei è andata in Oklahoma,
  6. esatto?
  7. R. Sì.
  8. D. E forse sto confondendo la questione.
  9. Quando lei era – a un certo punto è andata in Oklahoma
  10. quando poi è atterrata al LAX, esatto?
  11. R. Prima, sì.
  12. D. Ed è atterrata al LAX per aiutare sua madre?
  13. R. Sì.
  14. D. Ora, prima di arrivare al LAX per aiutare sua madre,
  15. ha parlato con lei al telefono?
  16. R. Sì.
  17. D. Quella conversazione era a proposito del fatto
  18. accaduto tra lei e il sig. Parlanti?
  19. R. Sì.
  20. D. E che cosa sua madre le ha detto che era successo
  21. tra lei e il sig. Parlanti?
  22. R. Fondamentalmente, ha detto che lui l’aveva, uhm,
  23. picchiata e legata e, fondamentalmente, tenuta
  24. prigioniera per un paio di giorni.
  25. D. Ricorda se le ha fatto delle dichiarazioni circa una
  26. violenza sessuale?
  27. R. A un certo punto l’ha fatto. Non ricordo se sia stato
  28. durante quella conversazione.

 

Pag.57

 

 

1.  D. Se non era quella conversazione, ha un’idea di quale altra

2.  possa essere stata?

3.  R. Potrebbe essere stato quando la sono andata a prendere a

4.  L.A. – O quando lei mi è venuta a prendere, forse.

5.  D. Dall’aeroporto?

6.  R. Sì.

7.  D. Sua madre la ha inizialmente detto di essere stata

8.  ferita in un altro modo invece che dal sig. Parlanti?

9.  R. Sì.

10.         D. Che cosa le ha detto inizialmente?

11.         R. Mi ha detto di essere caduta dalle scale.

12.         D. Ricorda quando ha avuto questa conversazione?

13.         Dove le ha detto di essere caduta dalle scale?

14.         R. Prima che andassi in Oklahoma.

15.         D. Mentre eravate a Monterey?

16.         R. Esatto.

17.         D. E ricorda la conversazione – che giorno la conversazione

18.         avuta tra lei e sua madre in cui concordava di volare al LAX,

19.         in che giorno è avvenuta?

20.         R. No, non ricordo il giorno esatto.

21.         D. Ricorda approssimativamente quando è successo?

22.         R. Può essere stato – voglio dire è stato tre

23.         quattro giorni prima che volassi a L.A.

24.         D. Bene. Al meglio di quanto ricordi?

25.         R. Esatto.

26.         D. MR. ROMERO: Non ho altre domande, vostro Onore.

27.         LA CORTE: Controinterrogatorio.

28.         MR. BAMIEH: Solo brevemente.


Pag.58

 

1.  .

2.                  CONTROINTERROGATORIO

3.  .

4.  DA MR. BAMIEH:

5.  D. Salve, signora

6.  R. Salve.

7.  D. Solo un paio di cose:  Lei ha detto che la prima – una

8.  conversazione in cui sua madre le disse di essere stata

9.  legata e picchiata da Parlanti, ricorda quell’affermazione

10.         essere stata fatta?

11.         R. Sì.

12.         D. Ed è stato mentre era in Oklahoma?

13.         R. Sì.

14.         D. Al meglio dei suoi attuali ricordi, è sua

15.         convinzione che abbia menzionato lo stupro quando è

16.         arrivata dall’Oklahoma al LAX?

17.         R. Esatto.

18.         D. Ed è stato il giorno in cui ha aiutato sua madre a

19.         traslocare, giusto?

20.         R. Sì.

21.         D. Quindi, è stato un qualche giorno a metà luglio, giusto?

22.         R. Sì.

23.         D. E le date di metà luglio, al meglio che ricordi,

24.         sarebbero quali? Quale sarebbe il- cosa lei – mi ha dato un

25.         arco di tempo per cui intenda metà luglio?

26.         R. Dal 12 al 17 luglio.

27.         D. Quindi ritiene di essere tornata dall’Oklahoma il

28.         17?


 

Pag.59

 

 

1.  R. Approssimativamente.

2.  D. Bene. Se le ho detto che c’è una denuncia della polizia

3.  indicante che gli ufficiali dello sceriffo sono andati allo

4.  appartamento, quello di sua madre e Parlanti, il 19, lei

5.  penserebbe che mi sbaglio di grosso o che ci sono vicino?

6.  MR. ROMERO: Obiezione.

7.  LA CORTE: Motivi.

8.  MR. ROMERO: Ignori l’obiezione, vostro Onore.

9.  R. sarebbe così approssimativamente, sì.

10.         D. (Da Mr. Romero) Quindi, sarebbe giusto dire, che

11.         quando diciamo metà luglio, intendiamo dal 12 al 19
     luglio?

12.         R. Sarebbe giusto, sì.

13.         D. Sarebbe giusto andare al 20 o sarebbe

14.         troppo?

15.         R. Credo che potrebbe forzare un po’

16.         D. Bene. E crede di aver ricevuto la telefonata da sua

17.         madre in cui le ha detto di essere stata picchiata – la

18.         chiameremo la “telefonata delle botte” – lei crede di

19.         averla ricevuta tre o quattro giorni prima del suo arrivo

20.         al LAX –

21.         R. Approssimativamente.

22.         D. – per aiutarla a traslocare?

23.         Bene. E lei crede, prima della partenza per l’Oklahoma,

24.         di aver ricevuto una telefonata da sua madre a Monterey

25.         in cui le ha detto di essere caduta dalle scale?

26.         R. Sì.

27.         D. E quindi, la data di quella telefonata sarebbe, circa,

28.         nella prima parte di luglio?


 

Pag.60

 

 

  1. R. Uhm-uhm.
  2. Ha detto che era in Oklahoma il 4?
  3. R. No. Ero a Monterey il 4.
  4. Mi scusi. Era in Oklahoma il 4?
  5. R. No. Ero a Monterey il 4.
  6. Di luglio?
  7. R. Sì.
  8. Bene. Così, lei – quando ha ricevuto quella telefonata
  9. in cui sua madre le disse di essere caduta dalle scale,
  10. più o meno che giorno era?
  11. R. Può essere stato un qualunque momento prima – un
  12. qualunque tempo dopo il punto in cui siamo tornate a
  13. Monterey finché siamo poi partite per l’Oklahoma.
  14. E quindi, siete partite per l’Oklahoma subito dopo
  15. il 4?
  16. R. Un paio di giorni dopo, mi pare.
  17. Quindi –
  18. R. Questo è stato tre anni fa’. Non sono sicura delle
  19. date.
  20. Va bene. Finché ci fa sapere su cosa non è sicura,
  21. siamo d’accordo su questo.
  22. Potrei – Potreste essere partite per l’Oklahoma più
  23. tardi, tipo l’8?
  24. R. Non sono sicura.
  25. E’ possibile tardi quanto l’8?
  26. R. Non so.
  27. MR. BAMIEH: Bene. Grazie.
  28. LA CORTE: E’ tutto?

 

Pag.61

 

  1. MR. BAMIEH: Da parte mia, sì
  2. LA CORTE: Rediretto.
  3. MR. ROMERO: No, vostro Onore.
  4. LA CORTE: Va bene.
  5. Grazie per la testimonianza, sig.na Christianson-Reeves.
  6. La rivedrò qui in aula all’1:30.
  7. Mentre la testimone esce dall’aula,
  8. Mr. Romero, lei ha trattato certe aree e certi particolari
  9. con la testimone. Che cosa sta per chiedere alla testimone
  10. quando le chiede di testimoniare circa le nuove
  11. lagnanze?
  12. MR. ROMERO: Le sto per chiedere circa le due, forse tre
  13. conversazioni avute con sua madre: la prima che ha avuto
  14. in cui sua madre le ha detto di essere caduta dalle
  15. scale; la seconda in cui ha testimoniato di aver parlato
  16. a sua madre al telefono mentre era in Oklahoma, e sua
  17. madre le ha detto di essere stata picchiata
  18. dall’imputato, e credo abbia detto che lei possa averle
  19. detto, a quel punto, di essere stata stuprata o glielo ha
  20. detto quando è andata all’aeroporto, al LAX, dello
         stupro.
  21. Non posso addentrarmi – per motivi di nuove lagnanze,
  22. in quelle specifiche affermazioni, posso solo chiederle:
  23. sua madre ha affermato davanti a lei che l’imputato l’ha
  24. assalita fisicamente e sessualmente? Sì. E quando
         avvenne?
  25. E questo è quanto.
  26. LA CORTE: Qualche obiezione a ciò?
  27. MR. BAMIEH: Sì.
  28. LA CORTE: Motivi.

 

Pg.62

 

1.  MR. BAMIEH: Credo che a fine di – al fine di trattare il nuovo

2.  reclamo,stiamo dicendo che c’è della rilevanza per esso.

3.  Questa è un’affermazione che lei ha fatto prima di denunciarlo

4.  alla polizia. Perciò, ha mostrato come – aiuta a spiegare il

5.  ritardo nella denuncia che lei non – che ha parlato alla gente

6.  di esso.Ma questa testimone,così ho capito dalla testimonianza

7.  prima di tutto,che lei non è sicura delle date per nulla.

8.  Molto vaga. Lei – la mia comprensione della sua testimonianza

9.  è che lei ricorda specificatamente che sua madre le ha detto

10.         di essere stata picchiata prima che lei tornasse

11.         dall’Oklahoma,però non ricorda lo stupro finché non è

12.         arrivata qui.Sappiamo che la conversazione sullo stupro

13.         il 19 è stata dopo la denuncia alla polizia perché è

14.         stato denunciato alla polizia, e credo che Mr. Romero

15.         converrà con noi, il 18. La seconda volta che è stato

16.         denunciato alla polizia,ma non prima dell’interrogatorio.

17.         La seconda volta che la polizia l’ha interrogata era il

18.         19.Quindi,circa la conversazione al LAX,non è un nuovo

19.         reclamo. Non è un nuovo reclamo. Può essere leggermente

20.         stantio per la legge, ma non è un nuovo reclamo.

21.         LA CORTE: Dove trovo i casi che definiscono “reclamo

22.         leggermente stantio”?

23.         MR. BAMIEH: Il Popolo contro Ron-lo-ha-appena-inventato.

24.                               (Risata)

25.         LA CORTE: Di solito, è il Popolo contro la corte Suprema.

26.         MR.BAMIEH:Comunque,i casi di nuovi reclami,parlano tutti

27.         di lamentele fatte prima della denuncia alla polizia.

28.         LA CORTE: Mr. Romero, che ne pensa?


Pag.63

1.  MR. ROMERO: Vostro Onore, credo di aver citato nel mio

2.  fascicolo un precedente giurisprudenziale che indicava le

3.  aree di nuovo reclamo –se guarda al tempo, ma – non è come

4.  un’affermazione spontanea dove ha da essere fatta o uno sfogo

5.  al momento o quasi del fatto.

6.  Il nuovo reclamo – lo scopo del nuovo reclamo è che una donna,

7.  che è aggredita, anche se può non denunciarlo per niente o

8.  farlo tardi, come abbiamo in questo caso, oltre due settimane

9.  dopo, quando qualcosa come questo accade ad una donna, lei se

10.         ne lamenterà con qualcuno. E in questo caso, la sig.na

11.         White inizialmente ha detto ad amici e famiglia di essere

12.         caduta dalle scale.E dopo che ha un po’ di tempo per

13.         venire a patti con quanto successo, ha così detto ai suoi

14.         amici e parenti che l’imputato l’aveva picchiata e

15.         aggredita sessualmente.

16.         E lo scopo per permettere il nuovo reclamo è di negoziare

17.         con la conclusione che i giurati potrebbero avere: che se

18.         questa donna è stata davvero aggredita e stuprata, perché

19.         non l’ha detto agli amici stretti e alla famiglia,sebbene

20.         lei possa non averlo denunciato? Una persona ragionevole

21.         farebbe tale reclamo. Credo che la legge non faccia

22.         distinzione tra denunciare lo stesso giorno del fatto o

23.         una settimana dopo, due settimane dopo, un mese dopo.

24.         LA CORTE: Sono soddisfatto che le affermazioni cadano

25.         entro l’eccezione,non proprio eccezione, di nuovo

26.         reclamo, ma inammissibili per lo scopo di “non-sentito

27.         dire” nel mostrare che un nuovo reclamo è stato fatto. A

28. questo punto, non credo ci sia nulla di magico nel
     denunciare ala polizia. Credo che un nuovo


 

Pag.64

 

  1. reclamo possa ritardarlo.
  2. Ho un po’ di ansia circa il livello di dettaglio che ha
  3. richiesto alla testimone. Nel suo fascicolo, lei dice in cosa
  4. vuole addentrarsi con questi testimoni o ciò in cui vuole
  5. addentrarsi con i testimoni del nuovo reclamo è, cito, il
  6. fatto che il reclamo è stato fatto, l’identità del
  7. perpetratoree le circostanze intorno al reclamo
  8. Ciò che mi ha appena detto,lei vuol far conoscere che la
  9. vittima ha detto a sua figlia di essere stata picchiata,
  10. legata e tenuta prigioniera per un paio di giorni, e poi
  11. aggredita sessualmente.
  12. Io credo che questo vada oltre al quanto può essere
  13. ammesso nella dottrina del nuovo reclamo, non crede?
  14. MR. ROMERO: Lo credo, e credo di essere limitato alla
  15. identità e al fatto che il reclamo sia stato fatto. Ho
  16. incluso le circostanze circa essa per la teoria che non
  17. fa male chiedere. E se la corte lo limita, la corte lo
         limita.
  18. Dirigerò i miei testimoni a rispondere solo a quanto
         possono.
  19. LA CORTE: Bene, sono soddisfatto che questa sia una prova
  20. di nuovo reclamo ammissibile. La sola remora che ho se
  21. il livello di dettaglio offerto ecceda quanto è
  22. ammissibile, ma se entrambe le parti lo vogliono, per me
  23. va bene.
  24. MR. BAMIEH: Vorrei avere una migliore comprensione di
  25. come Mr. Romero intenda chiedere la domanda, immagino,
  26. per evitare il livello di dettaglio che la Corte ha detto
  27. escluderebbe.Quindi, questo è – questo è il mo reclamo
  28. perché questa è una di quelle campane con cui sono
         impasticciato se risuona che ho da provi domande

Pag.65

 

  1. sopra.
  2. LA CORTE: Non ho intenzione di provare a (to case) con
  3. voi, signori. Credo sia ammissibile, e li rileggerò dopo
  4. la pausa, ma parleremo ancora di questo prima che continuiamo.
  5. Credo sia ammissibile per la testimone riferire che sua madre
  6. le ha detto del reclamo, chi era il perpetratore e la natura
  7. generale di quanto ha detto. In altre parole, che c’era stata
  8. un’aggressione da parte dell’imputato di cui lei stava
  9. lamentandosi, ma i dettagli di ciò non credo ricadano sotto la
  10. dottrina del nuovo reclamo.
  11. MR. BAMIEH: Bene.
  12. LA CORTE: E credo tenda a tagliare entrambe le strade qui
  13. poichè avete sentito la testimone dire che il primo
  14. reclamo era solo a proposito di botte o solo sugli eventi
  15. legati alle botte e che fu solo dopo, in altra
  16. conversazione,che menzionò lo aspetto sessuale dell’
  17. aggressione.E se sia un artefatto della memoria della
  18. testimone o il modo in cui è andata, non lo so, ma è
         quello che questa testimone ha da dire.
  19. MR. BAMIEH: E su questa base, la Corte direbbe poi alla
  20. giuria che le affermazioni che Ms White può o meno aver
  21. fatto a sua figlia non sono offerte come la verità
  22. LA CORTE: Beh, non mi è stata data una proposta di
  23. limitazione dell’interrogatorio. Sono aperto a darne una.
  24. Preferisco non prendere il volo su cose simili.
  25. MR. BAMIEH: Ne abbozzerò una a pranzo.
  26. LA CORTE: Lo apprezzerei, ma io… Io credo che ciò in cui
  27. può addentrarsi sia genericamente quale fosse la natura
  28. del reclamo, ma non I dettagli circa l’essere picchiata,
        legata

 

Pag. 66

 

1.  e così via. Ritengo che questo sfoci nel sentito dire.

2.  MR. ROMERO: A questo punto, sarei d’accordo. Penso se-

3.  potrebbe entrare da una precedente affermazione dopo lo

4.  interrogatorio incrociato con Mr. Bamieh, dipendendo da che

5.  cosa tenta e contestare la credibilità della vittima a carico.

6.  Io non voglio – io – io vedo le affermazioni che Ms. White

7.  ha fatto a sua figlia e altri testimoni possono

8.  probabilmente venire qui per altre ragioni oltre al nuovo

9.  reclamo.

10.         LA CORTE: Bene, la testimone è stata qui. E’ stata alla

11.         sbarra. E’ stata esaminata. Quindi, la sua testimonianza

12.         nell’audizione 402 può essere ammissibile al processo, non

13.         so, ma non credo quello fosse lo scopo per cui abbiamo

14.         raccolto la testimonianza. L’imputato può non averla contro

15.         interrogata così ampiamente come avrebbe altrimenti fatto

16.         dato che stiamo cercando di preservare la sua testimonianza

17.         in qualche modo, poiché tornerà a casa sabato.

18.         MR. ROMERO: Capisco.

19.         LA CORTE: Quindi, se sta cercando di introdurre ciò per

20.         qualche fine più ampio diverso dal nudo scheletro che giunge

21.         quale nuovo reclamo, penso che dovrebbe farlo sapere alla

22.         difesa e a me ora.

23.         MR. ROMERO: A un certo punto, non credo di potere.

24.         LA CORTE: Dunque se lei è preparato a produrre la testimone

25.         più tardi nel processo così che possa essere contro

26.         interrogata, perché questa è la sola via che vedo arrivare.

27.         Non ho sentito Mr. Bamieh, ancora, ma il suo

28.         controinterrogatorio di quanto la testimone aveva da dire è
   stato molto breve.


 

Pag.67

 

 

1.  E ha ulteriori domande da porle se le sue dichiarazioni

2.  vengono offerte come verità?

3.  MR. BAMIEH: Sì. Beh, ci sono temi che sto scegliendo di non

4.  toccare ora perché, ovviamente, voglio limitarlo

5.  alla teoria del cross being: se il danno è minimo,

6.  la croce è minima.

7.  LA CORTE: questa è un’audizione 402.

8.  MR. BAMIEH: Giusto. E un danno all’audizione 402 e come la

9.  Corte – l’audizione 402 era per un nuovo reclamo non per la

10.         verità. Fa una grande differenza per me,

11.         quindi…

12.         LA CORTE: Per questo ho sollevato il punto perché, Mr.

13.         Romero, lei sembra suggerire quello che la testimone doveva

14.         dire può entrare come la sua verità in seguito, ma non penso

15.         che lei testimonierà sui dettagli di fronte alla giuria. E se

16.         sta cercando di introdurre la sua testimonianza nell’audizio-

17.         ne 402,allora vedo un argomento di controinterrogatorio

18.         poichè non sono certo che l’imputato abbia del tutto contro

19.         interrogato la testimone come dovuto. E questo diventa un

20.         problema di confronto, quindi…

21.           MR. ROMERO: Beh –

22.         LA CORTE:Stiamo facendo tutto ciò per cercare di adeguarci

23.         all’orario scolastico della testimone. Ha gli esami la

24.         prossima settimana e deve tornare in Oklahoma. Lo capisco.

25.         MR. ROMERO: Ci penserò durante l’ora di pranzo. Penso

26.         che siamo entrati abbastanza nell’ora di pranzo dello staff

27.         della corte.

28. LA CORTE: Sono duri. Possono farcela. Va


 

Pag.68

 

 

1.  bene. Ci vediamo all’1:30. Facciamo 1:25, almeno per voi signori

2.  e me, così che possiamo assicurarci di essere sulla stessa

3.  frequenza circa dove andremo con questo.

4.                (Non registrato – pausa pranzo)

5.                            –OOO-
 


Pag.69

1.  VENTURA, CALIFORNIA; VENERDI’, 9 DICEMBRE, 2005; 1:30 P.M.

2.                          –ooOoo—

3.  (I seguenti procedimenti sono stati tenuti in presenza e in

4.  udienza della giuria).

5.    LA CORTE: Bentornati, signori. Siamo alla registrazione in

6.  il Popolo contro Parlanti. Abbiamo tutti i giurati,

7.  con gli avvocati e l’imputato.

8.  E’ stato portato alla mia attenzione che uno di voi ha

9.  avvisato l’ufficiale giudiziario del fatto che avete potuto

10.                     origliare una conversazione al banco dei testimoni da

11.                     parte dell’uff. giudiziario circa possibili comunicazioni provenienti

12.                     dalla parte di aula del pubblico. Non ho fatto alcun

13.                     accertamento che tali comunicazioni siano o no accadute,

14.                     se qualcuno abbia o meno fatto nulla di sbagliato. Ma

15.                     siete istruiti a trascurare ogni scambio come quello che

16.                     potreste aver origliato. Esse non devono avere peso

17.                     sulla vostra percezione di questo caso.

18.                     Va bene. E, Mr. Romero, voleva richiamare Ms.

19.                     Christianson-Reeves; è esatto?

20.                       MR. ROMERO: E’ esatto, vostro Onore, brevemente.

21.                       LA CORTE: Può farlo.

22.                       MR. ROMERO: A questo punto, vostro Onore, il Popolo

23.                     richiama Heather Christianson-Reeves.

24.                       UFF. GIUDIZIARIO: Vostro Onore, è ancora sotto giuramento?

25.                       LA CORTE: Non ha riprestato il giuramento di fronte

26.                     alla giuria per cui lo presterà di nuovo.

27.                     ///

28.                     ///


Pag.70

  1. HEATHER CHRISTIANSON-REEVES,
  2. richiamata come testimone per conto del Popolo,
  3. ha giurato ed ha testimoniato quanto segue:
  4.  
  5.   CANCELLIERE: Alzi la sua mano destra. Giura solennemente
  6. che la testimonianza che sta per dare nella causa ora
  7. pendente dinanzi questa corte sarà la verità, tutta la
  8. verità, e nient’altro che la verità, che Dio l’assista?
  9.   TESTIMONE: Giuro.
  10. CANCELLIERE: Prego sieda al banco dei testimoni.
  11. Prego ripeta il suo nome per il verbale.
  12.   TESTIMONE: Heather Christianson-Reeves.
  13.   CANCELLIERE: Grazie.
  14.   LA CORTE: Può interrogare.
  15.   MR: ROMERO: Grazie, vostro Onore.
  16.  
  17.   INTERROGATORIO REDIRETTO
  18.   DA MR. ROMERO:
  19.   D. Ms. Reeves, ho solo un paio di veloci
  20. domande.
  21. Sua madre l’ha chiamata e le ha fatto una dichiarazione
  22. circa qualcosa che le era successo; sì o no?
  23.   R. Sì.
  24.   D. Le ha fatto una dichiarazione circa l’essere stata
  25. fisicamente maltrattata; sì o no?
  26.   R. Sì.
  27.   D. Le ha fatto una dichiarazione circa l’essere stata
  28. maltrattata sessualmente; sì o no?

 


Pag.71

1.  R. Sì.

2.    D. Ha identificato chi le ha fatto questo?

3.    R. Sì.

4.    D. Chi ha detto che era stato a farglielo?

5.    R. Carlo Parlanti.

6.    D. Durante il periodo in cui Ms. White, sua madre,

7.  viveva con Ms. Parlanti qui nella contea di Ventura, lei

8.  ha testimoniato che, occasionalmente, lei le faceva visita a

9.  Monterey, esatto?

10.           R. Sì.

11.           D. In qualcuna delle sue visite a Monterey,

12.         ha visto qualche livido su di lei?

13.           R. Sì.

14.           D. Quante volte?

15.           R. Una.

16.           D. Dov’era il livido?

17.           R. Era sul suo petto.

18.           D. Quando dice “petto”, può essere un po’ più

19.         precisa?

20.           R. Era nella zona della cavità superiore, mi

21.         sembra.

22.           D. Bene. Era un livido piccolo?

23.           R. No. Era piuttosto importante.

24.           D. Sa quando ha visto approssimativamente questo

25.         livido su di lei?

26.           R. Dovrebbe essere stato – era il giorno della mamma,

27.         2002.

28.           D. Sa quando è il giorno della mamma?

 

 


 

 Pag.72


 

1.  R. E’ una domenica.

2.    D. Di che mese?

3.    R. Maggio.

4.    MR. ROMERO: Non ho altre domande, vostro Onore.

5.    LA CORTE: Controinterrogatorio.

6.    MR. BAMIEH: Posso avere un secondo, per favore?

7.    LA CORTE: Sì.

8.    MR. BAMIEH: Non ho domande per questo testimone.

9.    LA CORTE: Va bene. Qualche motivo per cui la testimone

10.                     non dovrebbe essere dispensata?

11.                       MR. BAMIEH: Non da me.

12.                       MR. ROMERO: No, vostro Onore.

13.                       LA CORTE: Bene. Grazie, signora, per aver testimoniato

14.                     un’altra volta. Può scendere. Lei è dispensata.

15.                     Riprenderemo l’incrocio o l’interrogatorio della

16.                     testimone, Ms. White.

17.                       MR. BAMIEH: Oh, va bene. Siamo all’incrocio con

18.                     Ms. White?

19.                       LA CORTE: Credo che stiamo per iniziare.

20.                     Mr. Romero, mi rinfreschi la memoria. Ha concluso il

21.                     suo interrogatorio diretto di Ms. White?

22.                       MR. ROMERO: Ho finito, vostro Onore.

23.                       LA CORTE: Appena la testimone è al suo posto,

24.                     Mr. Bamieh, può contro interrogare.

25.                       MR. BAMIEH: Grazie vostro Onore.

26.                     Mr. Romero, vostro Onore:

27.                     ///

28.                     ///


Pag.73
 

  1.                     REBECCA WHITE,
  2.       chiamata come testimone a favore del Popolo,
  3. è tornata al banco dei testimoni e ha testimoniato quanto segue:
  4.  
  5.                CONTROINTERROGATORIO
  6. DA MR. BAMIEH:
  7.   D. Ms. White, sto per chiederle alcune
  8. domande ora. Se non capisce qualcosa, mi
  9. promette di farmelo sapere?
  10.   R. Sì.
  11.   D. Ms. White, lei ha testimoniato –
  12.   LA CORTE: Mi scusi un attimo. C’è qualcosa che causa
  13. delle interferenze qui.
  14.   MR: BAMIEH: Ho acceso il proiettore.
  15.   CANCELLIERE: PowerPoint.
  16.   LA CORTE: Bene.
  17.   MR: BAMIEH: Sta bene? Bene.
  18.   LA CORTE: Sì. Credo di non aver realizzato che si
  19. trattasse solo della ventola della cosa lì.
  20.   MR. BAMEIH: Bene.
  21.   LA CORTE: Proceda.
  22.   MR. BAMIEH: Grazie.
  23.   D. Ms. White, ha testimoniato su esame, nell’interroga-
  24. torio diretto, che lei aveva paura del mio cliente; non
  25. è esatto?
  26.   R. Esatto.
  27.   D. Signora, nel 1995, lei ha fatto delle imputazioni
  28. che suo marito, Mr. David White al tempo, l’ha aggredita;

Pag.74
 

  1. è esatto?
  2.   R. Sì.
  3.   D. è un dato di fatto, che lei disse alla polizia che
  4. Mr. White ha fondamentalmente cercato di ucciderla, non
  5. è vero?
  6.   R. Non ricordo di aver fatto quell’affermazione, no.
  7.   D. Bene, solo per esser chiari e che stiamo parlando delle
  8. stesse cose, lei ha parlato a un poliziotto di o a proposito
  9. – beh, il 18 luglio ’02, non è vero? Mi lasci renderlo ancora
  10. più semplice. Lei andò alla stazione di polizia dove
  11. ha seduto nell’atrio, come ha testimoniato. Era il 18
  12. luglio ’02; è esatto?
  13.   R. Sì.
  14.   D. E quindi, il giorno dopo, lei ancora parlò ad un
  15. poliziotto; non è esatto?
  16.   R. Sì.
  17.   D. E quel poliziotto, le ha parlato nei sedili dietro
  18. di una macchina, vero?
  19.   R. Sì.
  20.   D. Dopo questo, dopo che le ha parlato in auto, lei
  21. lo ha in effetti condotto all’appartamento che usava
  22. condividere con Mr. Parlanti; non è vero?
  23.   R. Sì.
  24.   D. E lui ha dato una scorsa al suo appartamento?
  25.   R. Sì.
  26.   D. E quel giorno, lei gli ha anche parlato allo
  27. appartamento, immagino; è esatto?
  28.   R. Sì.

Pag.75
 

  1.   D.E quindi, pochi giorni dopo, non è vero che
  2. lei ha scritto una dichiarazione alla polizia?
  3.   R. Sì.
  4.   D. Ed ha faxato ciò all’investigatore con cui ha
  5. parlato nel retro dell’auto pattuglia, esatto?
  6.   R. Sì.
  7.   D. Ora, nel – quel che sto per chiederle è, le chiederò
  8. di un’affermazione per volta per esser chiaro. Il 18,
  9. quella prima dichiarazione alla polizia, non ha detto al
  10. poliziotto che il suo ex marito aveva cercato di
  11. ucciderla?
  12.   R. Sì.
  13.   D. Così lei – era conscia, al momento in cui ha parlato
  14. ad entrambi i poliziotti, in effetti, alla
  15. stazione e in auto, che le sue dichiarazioni stavano
  16. venendo registrate su un nastro audio?
  17.   R. Sì.
  18.   D. Ora, quindi, un’altra volta, signora, per esser
  19. chiari, lei ha affermato che il suo ex marito, Mr. David
  20. White, cercò di ucciderla; non è esatto?
  21.   MR. ROMERO: Obiezione; chiesto e risposto.
  22.   LA CORTE: Accolta.
  23. DA MR. BAMIEH:
  24.   D. Signora, non è vero che lei descrisse che il modo in
  25. cui Mr. White cercò di ucciderla era che l’afferrò
  26. al collo e la soffocò?
  27.   MR. ROMERO: Obiezione; rilevanza, 352.
  28.   LA CORTE: Ha una teoria di rilevanza,

Pag.76
 

  1. Mr. Bamieh)
  2.   MR. BAMIEH: Ce l’ho.
  3.   LA CORTE: L’ascolterò qui al banco.
  4. (Discussione al banco non riportata.)
  5.  LA CORTE: La sua obiezione sulla domanda pendente
  6. è accolta. Può continuare la sua indagine nella
  7. area.
  8.   MR. BAMIEH: Grazie.
  9.   D. Ms. White, e lei ha avuto un precedente episodio di
  10. violenza domestica col suo ex marito, Richard White,
  11. esatto?
  12.   R. Quello non è il suo nome.
  13.   D. Mi scusi. David White. Mi scuso.
  14.   R. Sì.
  15.   D. In quell’episodio con Mr. White, dopo quello
  16. episodio, ha cambiato il suo nome?
  17.   R. No.
  18.   D. Dopo quell’episodio, si è trasferita per
  19. sfuggirgli?
  20.   MR. ROMERO: Obiezione, vostro Onore, 352, rilevanza.
  21. Mi sembra che abbiamo parlato di questo al banco.
  22.   LA CORTE: Respinta.
  23. DA MR. BAMIEH:
  24.   D. Capisce la mia domanda, signora?
  25.   R. Sì.
  26.   D. Si è trasferita per sfuggirgli?
  27.   R. No.
  28.   D. Ora, in quell’episodio, signora, in quello

Pag.77
 

  1. episodio, non è vero che lei ha asserito che Mr. White
  2. ha cercato di ucciderla?
  3.   R. Sì.
  4.   D. Non è vero che lei ha asserito che Mr. White, come
  5. dato di fatto, l’ha afferrata per la mascella con entrambe
  6. le mani, l’ha sollevata e trascinata per la stanza?
  7.   R. Sì.
  8.   D. Non è vero che ha asserito che ha sofferto
  9. estremo dolore fisico e fastidio a causa dell’aggressione
  10. che lui le ha fatto, esatto?
  11.   R. Sì.
  12.   D. In quell’episodio, signora, dopo che è successo,
  13. lei ha chiamato – la polizia è arrivata presto, giusto?
  14.   R. Io ho chiamato la polizia.
  15.   D. Non era la mia domanda, signora. La polizia è
  16. arrivata presto, giusto?
  17.   R. No.
  18.   D. Non l’ha fatto? Non è stata chiamata la polizia,
  19. signora?
  20.   R. Sì.
  21.   D. Ha sporto denuncia alla polizia?
  22.   R. Sì.
  23.   D. Ha detto alla polizia cosa era
  24. successo?
  25.   R. Sì.
  26.   D. Ha cercato di essere veritiera con la polizia
  27. quando lo ha denunciato loro?
  28.   R. Ero veritiera.

Pag.78
 

  1. D. Dopo l’episodio, in seguito, ha ottenuto un’ordinanza
  2. restrittiva, non è esatto, con Mr. White?
  3.   R. Sì.
  4.   D. Ora, in questo momento, in questo episodio che ha
  5. denunciato, quando per la prima volta ha parlato al primo

   poliziotto,

  1. lui le ha chiesto se voleva un’ordinanza restrittiva, non
  2. è vero?
  3.   R. Credo, nello stato del Texas, che non sia una domanda
  4. che venga con –
  5.   MR. BAMIEH: Mi scusi, signora.
  6. Obietto come non rispondente.
  7.   LA CORTE: Accolta.
  8. DA MR. BAMIEH:
  9.   D. Signora, la mia domanda era, in questo episodio che
  10. ha denunciato su Mr. Parlanti il 18 luglio di quest’anno
  11. quando era interrogata da un poliziotto alla stazione di
  12. polizia, lui le ha chiesto se, in effetti, volesse
  13. un’ordinanza restrittiva. E’ vero o falso, signora?
  14.   R. Io – Io non ricordo quella conversazione. Mi
  15. spiace.
  16.   D. Ricorda se ha l’ha forse formulata così
  17. “vorrebbe un’ordinanza protettiva?”
  18.   R. Non è come ricordo la conversazione.
  19.   D. Okay. Bene, ricorda il poliziotto descriverle
  20. cosa un’ordinanza protettiva avrebbe potuto fare
  21. per lei?
  22.   R. Sì.
  23.   D. Ricorda lui chiederlo, e lei rispondere

Pag.79
 

1.  che non ne voleva uno?

2.    R. Se restavo nello Stato, sì.

3.    D. Signora, non è vero che ha detto che non voleva

4.  un’ordinanza protettiva?

5.    R. No.

6.    D. Ora, quando ricorda di aver incontrato per la prima

7.  volta Mr. Parlanti, esattamente?

8.    R. Credo fosse Marzo 2001.

9.    D. A quel tempo, lei lo ha incontrato, lei lavorava alla

10.                     gioielleria Zales; è esatto?

11.                       R. Ero la manager lì, sì.

12.                       D. A quel tempo, quando era la manager alla gioielleria

13.                     Zales, lei ha visto Mr. Parlanti come cliente,

14.                     esatto?

15.                       R. Sì.

16.                       D. E ricorda lei lasciare il suo numero di telefono

17.                     su una ricevuta o su un biglietto da visita e darglielo?

18.                       R. Non l’ho fatto.

19.                       R. Gli ha dato il suo numero di telefono in qualche

20.                     momento su un qualche tipo di ricevuta o biglietto da visita?

21.                       R. No.

22.                       D. In che mese ha iniziato a frequentare

23.                     Mr. Parlanti?

24.                       R. Credo fosse aprile.

25.                       D. Del ’01; è esatto?

26.                       R. Sì.

27.                       D. Ed è diventata intima con lui per la prima volta

28.                     in che mese, signora?


Pag.80
 

  1. MR. ROMERO: Obiezione; rilevanza, 352.
  2.   LA CORTE: Respinta.
  3.   TESTIMONE: Credo fosse in giugno.
  4. ///
  5. DA MR. BAMIEH:
  6.   D. In giugno del ’01; è esatto?
  7.   R. Esatto.
  8.   D. Durante la relazione con lui, signora, lei qualche volta
  9. ha scambiato email con lui, esatto?
  10.   R. Sì.
  11.   D. Durante quegli scambi di email, qualche volta lei
  12. ha discusso la sua vita intima con lui. Sarebbe questo
  13. corretto?
  14.   R. Sì.
  15.   D. In quelle email scambiate, qualche volta lei
  16. gli avrebbe detto cose che le piacevano, esatto?
  17. Mi lasci fare una domanda migliore di questa.
  18. Cose che le piacevano nella sua vita intima con lui.
  19.   R. Io – io non ricordo un’email che dicesse
  20. quello, no.
  21.   MR. BAMIEH: Vostro Onore, mi posso avvicinare?
  22.   LA CORTE: Sì.
  23. DA MR. BAMIEH:
  24.   D. Ms. White, sto per mostrarle cosa è stato segnato
  25. come Difesa A. Mi scuso. Vorrei che lo osservasse
  26. per un momento. Ha letto quell’email?
  27.   R. Sì.
  28.   D. Quella è un’email da parte sua a

Pag.81
 

1.  Mr. Parlanti; è esatto?

2.    R. Sì.

3.    D. Quella email è datata 21-10-01 - - o 2-10-01.

4.  Mi scusi.

5.    R. Sì.

6.    D. In quell’email, non è vero che lei ha

7.  descritto qualcosa a Mr. Parlanti che lei avrebbe gradito

8.  nella vostra vita intima?

9.    R. Sì.

10.                       D. Non è vero, signora, in quella email, a un certo

11.                     punto, descrive, lo formulerò come un episodio di fare

12.                     l’amore nella sua doccia, che lei dice –

13.                       MR. ROMERO: Vostro Onore, devo obiettare; richiama

14.                     sentito dire.

15.                       LA CORTE: Accolta.

16.                       MR. BAMIEH: Possiamo avvicinarci, vostro Onore?

17.                       LA CORTE: Sì.

18.                     (Una discussione al banco è stata tenuta, ma non riportata)

19.                       LA CORTE: Accolta. Non trovo che sia

20.                     rilevante.

21.                     DA MR. BAMIEH:

22.                       D. Signora, nella sua vita sessuale con Mr. Parlanti,

23.                     lei gli avrebbe frequentemente detto o gli avrebbe detto

24.                     che a volte quando sta facendo l’amore con lui se lei

25.                     diceva “stop” voleva che lui continuasse, esatto?

26.                       R. No.

27.                       D. Lei non gli ha mai detto ciò?

28.                       R. No.


Pag.82
 

1.    D. E non gli ha mai detto ciò?

2.    R. No.

3.    D. Bene.

4.    MR. BAMIEH: A questo punto, vostro Onore, vorrei

5.  addentrarmi in quanto abbiamo discusso al banco.

6.    MR. ROMERO: Vostro Onore, c’è un’obiezione, manca di

7.  fondamento ed è vago e ambiguo come quanto abbiamo

8.  ora.

9.    LA CORTE: Non sono certo di capire il punto che

10.                     entrambi state facendo. Perché non vi avvicinate al

11.                     banco e chiariamo.

12.                     (Una discussione al banco è stata tenuta, ma non riportata)

13.                       LA CORTE: Grazie, avvocati. L’obiezione è

14.                     respinta. Può entrare in quella materia,

15.                     Mr. Bamieh.

16.                       MR: BAMIEH: Grazie.

17.                       D. Ms. White, l’email che ha di fronte,

18.                     Difesa A, ce l’ha ancora, esatto?

19.                       R. Sì.

20.                       D. In quell’email, non è vero che lei descrive

21.                      un atto sessuale tra lei e Mr. Parlanti?

22.                       R. E’ un sogno.

23.                       D. Descrive in esso, in qualunque modo lo voglia

24.                     chiamare, nell’email, un atto sessuale tra lei e

25.                     Mr. Parlanti?

26.                       R. Non è un atto che in effetti abbiamo fatto.

27.                     Era un sogno.

28.                       D. Signora, non ha descritto in questo “fare


Pag.83
 

  1. pazzamente l’amore” a Mr. Parlanti?
  2.   R. Sì, ma dice, Io, anche, ho sogni e
  3. descrive il mio sogno che ho avuto.
  4.   D. Non è vero, signora, nell’email che lei dice che nel
  5. fare pazzamente l’amore con Mr. Parlanti, che mentre sta
  6. sognando di fare pazzamente l’amore con Mr.
  7. Parlanti, che se lei dice stop, ti prego non farlo, “ Voglio
  8. che tu sappia cosa mi stai facendo.”
  9.   R. E’ un sogno che ho fatto. Non era realtà.
  10.   D. Signora, non è vero che questo è quanto lei
  11. ha detto?
  12.   R. E’ quello che dice, sì, ma era – gli sto dicendo
  13. che era un sogno che ho fatto. Non era un atto
  14. effettivo.
  15.   MR: BAMIEH: Vostro Onore, possiamo avvicinarsi?
  16.   LA CORTE: Sì.
  17. (Una discussione al banco è stata tenuta, ma non riportata)
  18.   LA CORTE: Grazie, avvocati. Procediamo.
  19. DA MR. BAMIEH:
  20.   D. Ora, signora, è sua testimonianza che la Difesa A
  21. e un – solo la descrizione di un sogno a Mr. Parlanti, corretto?
  22.   R. Corretto.
  23.   D. E che non intendeva nulla con quello, esatto?
  24.   R. Esatto.
  25.   D. Così lei ha mandato questa email a Mr. Parlanti in
  26. cui descrive la scena di una doccia in cui lui sta
  27. facendo sesso con lui, esatto?
  28.   MR. ROMERO: Obiezione; richiama per sentito dire

Pag.84
 

1.    LA CORTE: Accolta.

2.  DA MR. BAMIEH:

3.    D. Signora, lei ha mandato quest’email a Mr. Parlanti per

4.  descrivergli il suo sogno; non è corretto?

5.    R. Sì.

6.    D. Non per esprimere cosa voleva da lui?

7.    R. Giusto.

8.    D. Bene. Così, quel che ha scritto qui circa quando

9.  lei – che quando lei dice stop, ti prego non farlo. “Voglio

10.                     sapere cosa mi stai facendo,” questa è parte del sogno?

11.                       MR: ROMERO: Obiezione; Richiama per sentito dire.

12.                       LA CORTE: Respinta. E’ nella prova.

13.                       TESTIMONE: Era parte del sogno, sì.

14.                     DA MR. BAMIEH:

15.                       D. Quale era la ragione per raccontare questo sogno

16.                     a Mr. Parlanti?

17.                       R. Lei non è – lei ha letto l’intera email

18.                     lui è – all’inizio lui mi ha detto un sogno a proposito

19.                     di essere sotto un tavolo –

20.                       MR. BAMIEH: Obiezione, vostro Onore; non rispondente,

21.                     richiama per sentito dire.

22.                       LA CORTE: Non è rispondente. Accolta.

23.                     DA MR. BAMIEH:

24.                       D. Il suo punto nel dire il suo sogno quale

25.                     è?

26.                       R. Lui mi ha detto il suo sogno, e io gli ho detto

27.                     qual’era il mio.

28.                       D. Signora, quando ha testimoniato nell’interrogatorio

 


Pag.85
 

  1. diretto, che usare le cinture era sempre un’idea di
  2. Mr. Parlanti; è corretto?
  3.   R. Sì.
  4.   D. Ora, non è vero, signora, che lei ha scritto a Mr.
  5. Parlanti un’email in cui gli ha detto che lei voleva
  6. usare le cinture?
  7.   R. Questo non è esattamente cosa intendevo, ma sì,
  8. dice questo.
  9.   D. Bene, lei gli ha scritto un’email, signora, non è vero,
  10. in cui – lo intitolava – se ricorda correttamente, la
  11. storia di un principe. E’ vero?
  12.   R. Scusi?
  13.   D. La storia di un principe. Ricorda un’email
  14. così intitolata?
  15.   R. Sì.
  16.   D. E’ corretto?
  17.   R. Sì.
  18.   LA CORTE: Mr. Bamieh. Mi scusi. Non
  19. capisco. Che tipo di storia?
  20.   MR: BAMIEH: Principe.
  21.   LA CORTE: P-r-i-n-c-i-p-e?
  22.   MR: BAMIEH: Sì.
  23.   LA CORTE: Okay. Grazie.
  24.   MR: BAMIEH: Possiamo avvicinarci, vostro Onore?
  25.   LA CORTE: Sì.
  26. DA MR. BAMIEH:
  27.   D. Sto per mostrarle cosa è segnato come Difesa B.Le
  28. mostrerò il retro di essa, l’ultima riga.

Pag.86
 

  1. dire, prima prego guardi il fronte per essere assicurare che
  2. è l’email di cui stiamo parlando, la stessa.
  3. R. Sì.
  4. E quell’email è datata 5 maggio 2002?
  5. R. Sì.
  6. D. Poco prima del giorno della mamma di quello
  7. anno?
  8. R. Sì.
  9. D. In quell’email, non è vero, alla fine di quella
  10. email, non è vero che scrive, “Tu sei sempre un
  11. principe per me. Ho tirato fuori le cinture per te
  12. quando torni a casa. Ho bisogno di una sculacciata,”
  13. molti punti esclamativi,col suo nome e una faccia felice?
  14. R. Sì.
  15. D. E lei ha scritto questo, signora?
  16. R. Si l’ho fatto.
  17. D. Signora, nell’autunno ’01 quando frequentava
  18. Mr. Parlanti, lui ha chiarito con lei, non è vero, che
  19. lui stava uscendo da una precedente relazione?
  20. R. Cosa vuol dire?
  21. D. Bene. Lei ha capito, quando frequentava Mr. Parlanti
  22. nell’autunno ’01, che lui aveva appena chiuso una
  23. precedente relazione e che era ferito da ciò, esatto?
  24. R. Sì.
  25. D. E lei ha capito che lui non voleva un impegno
  26. a quel tempo; non è corretto?
  27. R. Sì.
  28. D. E ha capito che lei avrebbe solo potuto avere

Pag.87
 

Mr. Parlanti o essere con Mr. Parlanti alle sue condizioni;

non è vero?

R. Sì.

E lei lo ha accettato, non è vero,

signora?

R. Sì, l’ho fatto.

D. C’erano periodi durante, diciamo, l’autunno e gennaio

del ’02 in cui Mr. Parlanti le ha reso chiaro che voi due

stavate diventando troppo seri; non è

vero?

R. No.

D. Non è vero che lei si è anche scusata una volta in

un’email a lui per stargli troppo vicino, per

fare troppo sul serio?

R. Um, prego lo ripeta.

D. Sì. Non è vero che lei si è anche scusata con Mr.

Parlanti in’un email a lui nell’autunno ’01 che lei

non intendeva fare troppo sul serio con lui?

R. Ho bisogno di vedere l’email, per favore.

D. Prego risponda alla mia domanda prima, poi possiamo

andare da lì.

R. Credo fosse perché anche io non volevo diventare

troppo vicina. Ho bisogno di vedere l’email, prego.

D. Quindi è sua testimonianza, signora, che lei non

voleva diventare troppo vicina a Mr. Parlanti, entrambi,

nell’autunno del ’01?

R. Non volevo restare ferita. Sì.

D. E’ vero? E così, lei sperava di avere


Pag.88
 

  1. una relazione distante con lui. Descriva questo, prego,
  2. per me.
  3. MR: ROMERO: Obiezione; compone.
  4. LA CORTE: Respinta.
  5. TESTIMONE: Per favore chieda ancora.
  6. MR: BAMIEH: Sicuro.
  7. Lei ha detto che non voleva restare ferita,
  8. anche, esatto?
  9. R. Esatto.
  10. D. E così, nell’autunno ’01, lei ha reso chiaro questo
  11. a Mr. Parlanti; è corretto?
  12. R. Sì.
  13. D. Che voleva della distanza tra voi
  14. due?
  15. R. Sì.
  16. D. Che non voleva essere incredibilmente vicina a
  17. lui. Questo è quel che gli ha reso chiaro nel ’01,
  18. corretto?
  19. R. Sì. Posso vedere l’email, per favore?
  20. D. Non c’è alcuna domanda pendente, signora.
  21. Signora, lei ha descritto nell’interrogatorio diretto che
  22. Mr. Parlanti, nella notte, ha detto, del 29 giugno,quando
  23. ha testimoniato, del ’02, bevve due litri di vino nella
  24. serrata, esatto?
  25. R. Mi scusi. Me lo chieda ancora.
  26. D. Certo. Il 20/6/02 – la sua testimonianza allo
  27. interrogatorio diretto era, il 29/6/02, che quella sera,
  28. prima di andare al negozio, che Mr. Parlanti aveva consumato due

Pag.89
 

  1. litri di alcool, di vino?
  2. R. Esatto.
  3. Quindi, tra quello – quando ha iniziato a consumare
  4. quel vino, è stato dopo che sua figlia e il suo
  5. ragazzo e suo figlio e sua madre se ne sono andati?
  6. R. Sì.
  7. Okay. Quindi approssimativamente a che ora quella sera
  8. ha iniziato a consumare quel vino?
  9. R. Era dopo le 6:00.
  10. D. 6:00 p.m.?
  11. R. Sì.
  12. D. A che punto ha finito di
  13. bere i due litri di vino?
  14. R. Era prima che venisse buio..
  15. D. Bene. Ed è estate, esatto?
  16. R. Sì.
  17. D. E, quindi, al meglio che ricorda, era intorno
  18. alle 8:00, 8:30 si è fermato, finendo di bere il
  19. vino?
  20. R. Direi che era prima dele 9:00, sì.
  21. D. Prima delle 9:00 p.m.?
  22. R. Sì.
  23. D. Così, in approssimativamente tre ore, ha bevuto
  24. due litri di vino?
  25. R. Sì.
  26. D. Le ha chiesto di uscire e andare a prendere altri
  27. due litri di vino?
  28. R. Sì.

 


Pag.90
 

1.  E lei lo ha fatto?

2.  R. Sì.

3.  D. Solo circa il vino, signora, circa il vino, io credo

4.  di averla sentita testimoniare nell’interrogatorio diretto,

5.  che lui dopo nel corso della serata, a bevuto gli altri due

6.  litri di vino?

7.  R. Sì.

8.  D. Ha consumato quattro litri di vino in una serata,

9.  esatto?

10.         R. Sì.

11.         D. Signora, solo per chiarire di cosa stiamo

12.         parlando –

13.         Posso avere un cosa segnata, vostro Onore?

14.         LA CORTE: Mi scusi.

15.         MR: BAMIEH: Posso avvicinarmi, vostro Onore?

16.         LA CORTE: Sì.

17.         DA MR. BAMIEH:

18.         D. Signora, concorderebbe con me che questi sono

19.         quattro litri di vino? C’è un “Quattro L” nell’angolo,

20.         in alto a destra.

21.         LA CORTE: Quella bottiglia è stata contrassegnata?

22.         MR. BAMIEH: S’, E’ segnata come C.

23.         LA CORTE: Difesa C

24.         MR. BAMIEH: Difesa C.

25.         TESTIMONE: Sì.

26.         DA MR. BAMIEH:

27.         D. Sono quattro litri, non è vero?

28.         R. Sì.

 

 


Pag.91
 

1.  Quindi, nel corso della serata, è sua testimonianza

2.  che Mr. Parlanti ha bevuto così tanto vino?

3.  R. Sì.

4.  Ora, quel – quando ha denunciato questo episodio alla

5.  polizia il 18, la prima volta, lo ha denunciato come

6.  accaduto il 6 luglio ’02, esatto?

7.  R. Credo, sì.

8.  D. Quella data su cui i poliziotti le hanno fatto domande,

9.  se ricorda, l’ufficiale le ha fatto domande relative a

10.         quella data; non è vero?

11.         R. Sì.

12.         D. Le ha fatto domande, per esempio, su cosa era

13.         successo la mattina del giorno dopo. Ricorda

14.         questo?

15.         R. Sì.

16.         D. Ad un certo punto, lei ha detto all’ufficiale

17.         che in seguito quella settimana, la settimana che ha

18.         detto allora è il 6 luglio, che lei e Mr. Parlanti

19.         avete fatto sesso consensuale, esatto?

20.         R. Sì.

21.         D. Quelle erano le sue parole, esatto, che lei ha

22.         detto abbiamo fatto sesso consensuale, esatto?

23.         R. Sì.

24.         D. Ha dato delle date per le date in cui lei e

25.         Mr. Parlanti avete fatto sesso consensuale, esatto?

26.         R. Sì.

27.         D. Ricorda di aver detto all’ufficiale l’ultima volta

28.         in cui lei crede che lei e Mr. Parlanti avete avuto


Pag.92

 

1.  sesso consensuale come il 16 luglio ’02?

2.  R. Mi spiace. Mi richieda l’ultima parte.

3.  Certo. Lei ha dato la data del 16 luglio ’02, ora,

4.  quando ha parlato all’ufficiale l’ultima dell’ultima volta

5.  in cui ha fatto sesso consensuale con Mr. Parlanti. Ricorda

6.  di aver detto questo ora?

7.  R. No, non ricordo di aver detto questo.

8.  D. Solo per esser chiari, ricorda di aver detto questo

9.  anche il 18, quando ha parlato al quell’ufficiale –

10.         e la sua testimonianza è non ricordo quello, è

11.         esatto?

12.         R. Sì.

13.         D. E il 19, quando ha parlato a quell’ufficiale,

14.         ricorda di aver dato quella data of on or about

15.         il 16 luglio ’02 che ha fatto sesso consensuale con

16.         Mr. Parlanti?

17.         R. Mi spiace. Deve rallentare un pochino

18.         col suo discorso.

19.         D. Certo. Ne sono felice. Ci provo.

20.         R. Grazie. Riprenda.

21.         D. Lei mi ha detto, lei ha appena testimoniato, che

22.         quando ha parlato alla polizia il 18, non ricorda di

23.         avergli detto che il 16 luglio ha fatto per l’ultima

24.         volta sesso consensuale con Mr. Parlanti. L’ho

25.         sentita bene?

26.         R. Giusto.

27.         D. Lei ha parlato ad un ufficiale il 19, giusto,

28.         il giorno dopo?


Pag.93
 

  1.   R. Sì.
  2.   D. Okay. In quel giorno, ha detto a quell’ufficiale che
  3. lei e Mr. Parlanti avete fatto sesso per l’ultima volta il
  4. 16 luglio?
  5. R. Quando ho mischiato le date, sì.
  6.  D. Così, se io – signora, se capisco la sua testimonianza
  7. lei sta dicendo che il motivo per cui forse lei ha dato
  8. la data del 16 è perché ha mischiato le
  9. date?
  10. R. Esatto.
  11. D. Perchè, era confusa di quanto accaduto pochi
  12. giorni prima?
  13. R. Avevo la settimana una settimana avanti. Avevo
  14. le mie settimane mischiate.
  15.  D. Capisco che questa è la sua testimonianza.
  16. Quel che sto cercando di capire, signora, prego, è che
  17. era veramente fuori di una settimana, quindi, esatto?
  18. R. Sì. Completamente.
  19.  D. Va bene.
  20.  MR. BAMIEH: Bene, posso avvicinarmi vostro Onore, con
  21. un calendario?
  22.  LA CORTE: Sì.
  23.  MR. BAMIEH: Posso usare il cavalletto qui molto veloce-
  24. mente, prego.
  25.  LA CORTE: Preferisco che usi la lavagna; in quel modo
  26. posso vedere meglio. Quando il cavalletto è lassù, non
  27. posso proprio vedere cosa succede.
  28. MR. ROMERO: Vostro Onore, mentre l’avvocato sta facendo

Pag.94
 

1.  quello, sarebbe opportuno spegnere la macchina?

2.    LA CORTE: Stiamo per usare il

3.  proiettore?

4.    MR: BAMIEH: Spero eventualmente, sì.

5.    LA CORTE: Okay. Bene, lo spegniamo fino a che non

6.  lo useremo di nuovo. Trovo, anche io, il rumore di sottofondo

7.  un po’ fastidioso.

8.    UFF. GIUDIZIARIO: Anche io. Ci vorrà un attimo per

9.  eseguire.

10.                       LA CORTE: Può procedere mentre

11.                     si spegne.

12.                       MR. BAMIEH: Bene.

13.                       D. Ms. White, per esser chiari, questo è

14.                     stato –

15.                       MR. BAMIEH: Posso fare su questo un diagramma?

16.                       LA CORTE: E’stata contrassegnala, quindi – è stata

17.                     acquisita come prova?

18.                       MR. ROMERO: Non è ancora stata acquisita come prova,

19.                     vostro Onore.

20.                       LA CORTE: Qualche obiezione a che sia contrassegnata?

21.                       MR. ROMERO: No, vostro Onore.

22.                       LA CORTE: Proceda.

23.                     DA MR. BAMIEH:

24.                     D. Ha testimoniato prima che il 18 – dovrei

25.                     usare un altro colore. Solo per il verbale, appare

26.                     che su – sto mostrando al testimone –

27.                       LA CORTE: Nell’angolo destro in basso.

28.                       MR. BAMIEH: Lo sto perdendo? Oh, eccolo, 23.

 


Pag.95
 

1.  Ed è stato prima segnato con l’inchiostro marrone. Sarebbe

2.  giusto per essere chiari? E ho una penna verde nella mia

3.  mano quindi qualunque cosa verde viene dalla mia mano.

4.    D. Questo è quanto sto cercando di capire, okay?

5.  Quindi, quando ha detto al poliziotto, e se capisco la sua

6.  testimonianza ora, lei sta dicendo che, il 19, quando ha

7.  parlato a quel poliziotto in auto, lei gli ha detto di aver

8.  fatto sesso consensuale con Mr. Parlanti, esatto?

9.    R. Esatto.

10.           D. E lei ha dato la data del 16 per errore, è

11.         questa la sua testimonianza, esatto?

12.           R. Sì.

13.           D. E il motivo per cui ha fatto il suo errore era

14.         perché aveva le settimane mischiate; è corretto?

15.           R. Sì.

16.           D. Quindi, se non è successo il 16 e – è dovuto

17.         accadere il 9. Sarebbe corretto?

18.           R. Sì.

19.           D. Quindi, tre giorni prima – lei ha solo avuto quelle

20.         date mischiate di nove giorni o una settimana?

21.           MR. ROMERO: Vostro Onore. Mi spiace. Devo obiettare.

22.          Credo che l’avvocato stesse effettivamente marcando sul

23.         reperto e non la testimone, Ed è – così giungono le

24.         affermazioni dell’avvocato- o i rilievi dell’avvocato

25.         stanno per entrare come prova se quello è acquisito?

26.           LA CORTE: E’ un’obiezione ben portata. Non è un

27.         pezzo di prova dimostrativo, Mr. Bamieh. E’ un pezzo

28.         di prova che va contrassegnato. La testimone può


Pag.96
 

1.  farlo, non lei.

2.    MR. BAMIEH: Bene. Glielo farò fare, dunque. Non

3.  credo di aver bisogno di segnarvi sopra, in effetti. Ma –

4.    LA CORTE: Bene. Posso vedere avvocato in camera di

5.  consiglio per un momento?

6.  (La Corte e l’avvocato escono e subito rientrano in

7.  aula)

8.    LA CORTE: Bene. Grazie. Scusate per

9.  l’interruzione. Torniamo al lavoro.

10.         DA MR. BAMIEH:

11.           D. Ms. White, per esser chiari, il 18 è la data che

12.         per prima a riportato, esatto?

13.           R. Esatto.

14.           D. Il 19 era la seconda fata di cui ha fatto una

15.         affermazione; è esatto?

16.           R. Sì.

17.           D. E il 19, è sua memoria, che in quella data

18.         lei ha dato la data del 16 come l’ultima volta in cui

19.         ha fatto sesso consensuale con Mr. Parlanti, esatto?

20.           R. Sì.

21.           D. E’ sua testimonianza che quanto intendeva il 19

22.         era effettivamente che l’ultima volta in cui ha fatto

23.         sesso consensuale con Mr. Parlanti era il 9, esatto?

24.           R. Sì.

25.           D. Ricorda anche di aver parlato all’ufficiale, il

26.         19, di sesso consensuale con Mr. Parlanti il 13?

27.           R. Sì.

28.           D. E ricorda anche di avergli parlato di


Pag.97
 

1.  sesso consensuale con Mr. Parlanti l’11?

2.    R. Sì.

3.    D. Bene.

4.    MR. BAMIEH: Col permesso della Corte, sto per chiedere

5.  alla testimone di scendere e segnare quelle date,

6.  prego.

7.    LA CORTE: Va bene.

8.    TESTIMONE: Il 13?

9.  DA MR. BAMIEH:

10.           D. Il 13 e l’11.

11.         Signora, mentre è in piedi –

12.         Col permesso della Corte, mentre è ancora

13.         in piedi, solo un paio ancora di potenziali segni.

14.           LA CORTE: Va bene.

15.         DA MR. BAMIEH:

16.           D. Intende con, quando gli ha dato la data del

17.         13, il 6?

18.           R. Sì.

19.           D. Bene. Perché non cerchiamo quella con un

20.         diverso colore.Proviamo il rosso per non fare confusione.

21.           R. Solo andiamo avanti.

22.           D. Se potesse, prego, cerchiare il 6 in rosso per

23.         indicare cosa intendeva.

24.         Oh, mi scusi. L’11, quando gli ha dato

25.         quella data, lei era in errore, ed intendeva il 4?

26.           R. Effettivamente, il 4 avrebbe potuto essere il 3.

27.           D. Bene. Quindi, quando ha dato loro le date dello

28.         11, lei intendeva il 3?


Pag.98
 

1.  R. Sì.

2.    D. Perché non lo cerchia.

3.  Posso riaverlo. Grazie.

4.  Dunque, quando ha detto all’ufficiale che ha fatto sesso

5.  consensuale con Mr. Parlanti in tre diverse occasioni

6.  dopo che ha asserito che l’aveva aggredita, le date che

7.  intendeva erano il 3, il 6 e il 9?

8.    R. Il 9 è sbagliato.

9.    D. Okay. Quale sarebbe la data esatta, quindi?

10.           R. Potrebbe essere il 2.

11.           D. Il 2?

12.           R. Sì.

13.           D. Bene. Se può, signora, segnare con la

14.         penna rossa di nuovo.

15.         Signora, quando ha parlato all’ufficiale di polizia –

16.         mi lasci domandare di entrambi i gruppi di poliziotti

17.         separatamente. Il 18, quando ha parlato a quel

18.         poliziotto il 18, ha – a quel tempo, lei intendeva

19.         dire all’ufficiale di polizia l’intera verità?

20.           R. Lo dica di nuovo, prego.

21.           D. Certo. Quando ha guidato verso la stazione di

22.         polizia per denunciare Mr. Parlanti il 18, parlando

23.         a quel poliziotto, ha inteso dirgli

24.         l’intera verità?

25.           MR. ROMERO: Obiezione; polemica. Chiama per

26.         speculazione.

27.           LA CORTE: Respinta.

28.           TESTIMONE: Sì.

 


Pag.99
 

1.  DA MR. BAMIEH:

2.    D. Okay. Non c’era desiderio da parte sua di sviare

3.  in alcun modo quel poliziotto; è vero, signora?

4.    R. Esatto.

5.    D. Il 19, quando ha parlato a quel poliziotto, era

6.  sua intenzione dirgli la completa verità, vero?

7.    R. Sì.

8.    D. Nessuna intenzione di nuovo di sviare quel

9.  poliziotto, esatto?

10.                       R. Esatto.

11.                       D. Converrebbe con me, signora, che gli eventi

12.                     che sono occorsi erano più freschi nella sua mente allora

13.                     di quanto potrebbero esserlo forse oggi?

14.                       R. Sì.

15.                       D. Perchè erano più recenti nel tempo. Sarebbe

16.                     questo giusto?

17.                       R. Sì.

18.                       D. Ora, quando ha parlato col primo ufficiale il 18,

19.                     signora,non è vero che non ha mai detto a quell’ufficiale

20.                     che Mr. Parlanti teneva per tutto il tempo la sua mano

21.                     dentro di lei?

22.                       R. Non ricordo.

23.                       D. Signora, quando ha parlato al poliziotto il 19

24.                     luglio, non è vero che non ha mai detto a quell’ufficiale

25.                     che Mr. Parlanti teneva la sua mano per tutto il tempo

26.                     nella sua vagina?

27.                       R. Io – Io non ricordo.

28.                       D. Signora, non è vero, che il 18, quando lei


Pag.100
 

  1. ha parlato al poliziotto, non ha mai detto a quel poliziotto
  2. che Mr. Parlanti ha cercato di infilare la sua mano nel suo
    ano?
  3. R. Io non – Mi spiace, signore. Non ricordo.
  4. Non è vero, che il 19, quando ha parlato a quel
  5. poliziotto, non ha mai detto a quel poliziotto che Mr.
  6. Parlanti ha cercato d’infilare la sua mano dentro il suo ano?
  7. R. Io – io non ricordo.
  8. Ora, ricorda il poliziotto il 19, signora,
  9. chiederle perché non avesse denunciato cosa le era
  10. successo prima? Ricorda lui chiederle
  11. quella domanda?
  12. R. Sì.
  13. D. Ricorda di avergli dato tre ragioni sul perché
  14. non avesse denunciato questo fatto prima?
  15. R. Non le ricordo tutte, ma ricordo di avergli dato
  16. alcune ragioni, sì.
  17. D. Signora, ha mai detto al poliziotto che una delle
  18. ragioni per cui non ha denunciato Mr. Parlanti prima
  19. era che il suo ex marito aveva tentato di ucciderla e
  20. che lei aveva imparato a non reagire perché avrebbe
  21. perso. Ricorda di aver detto ciò al poliziotto?
  22. R. Sì. Sì.
  23.  D. Che l’altra ragione per cui non aveva denunciato era
  24. che gli aveva promesso, a Mr. Parlanti, che non lo
  25. avrebbe fatto. Ricorda di aver detto questo?
  26.   R. Sì.
  27. D. Ricorda anche di aver detto all’ufficiale che la
  28. altra ragione per cui non l’avrebbe denunciato e per cui l’ha denunciato


Pag.101

1.  tardi era che non voleva che Mr. Parlanti soffrisse

2.  ancora, esatto? Ricorda di aver detto questo?

3.    R. Sì.

4.    S. Ora, signora –

5.    MR. BAMIEH: Vostro Onore, posso avvicinare il reperto?

6.    LA CORTE: Sì.

7.    MR. BAMIEH: Vorrei anche avvicinare la testimone con un

8.  paio di reperti, prego.

9.    LA CORTE: Proceda.

10.                       MR: BAMIEH: Grazie.

11.                       D. Signora, quando è andata a alla stazione di polizia

12.                     il 18, le hanno scattato delle foto, non

13.                     lo hanno fatto?

14.                       R. Sì.

15.                       D. Sto per mostrarle cosa è segnato come Popolo 5.

16.                     E’ – E’ una foto che le hanno fatto alla stazione di

17.                     polizia; non è corretto, signora?

18.                       R. Sì.

19.                       MR. BAMIEH: E’ stata proposta la 5, vostro Onore?

20.                       LA CORTE: Denise, è la 5 una prova?

21.                       CANCELLIERE: La sola cosa che è stata acquisita è

22.                     il reperto 1, vostro Onore.

23.                       LA CORTE: Okay. No.

24.                       MR: BAMIEH: Propongo la 5 a questo punto, vostro Onore.

25.                       MR. ROMERO: Non ho obiezioni.

26.                       LA CORTE: La 5 è acquisita.

27.                       MR. BAMIEH: Col permesso della Corte, posso mostrare la

28.                     alla giuria?


Pag.102
 

  1.   LA CORTE: Qualche obiezione?
  2. MR. ROMERO: Sul renderlo noto adesso? Sì. Non credo che
  3. alcuna fotografia sia stata resa nota a
  4. questo punto.
  5. LA CORTE: Non lo sono state. Questa è una richiesta di
  6. pubblicazione. C’è qualche ragione per cui non dovrebbe essere fatta?
  7. MR. ROMERO: Stiamo per cominciare a procedere quindi –
  8. per continuare le domande?
  9. LA CORTE: Non è quel che intendo. Sta chiedendo che i
  10. giurati guardino mentre lei interroga?
  11. MR. BAMIEH: Sì. Stavo per lanciarlo su
  12. PowerPoint.
  13. LA CORTE: Usa il proiettore?
  14. MR. BAMIEH: Sì.
  15. LA CORTE: Va bene.
  16. MR. ROMERO: Nessuna obiezione.
  17. (Una discussione è tenuta e non registrata)
  18. MR. BAMIEH: Se possiamo fare questo, lo farei alla
  19. vecchia maniera.
  20. LA CORTE: Mi hanno dato un interruttore qui. Ha due
  21. scelte, così non sono molto qualificato ad usarlo.
  22. CANCELLIERE: E’ spento ora.
  23. LA CORTE: E’ spento?
  24. CANCELLIERE: Uh-huh.
  25. MR. BAMIEH: Faccia pure.
  26. LA CORTE: Ero io il problema, come sempre.
  27. MR. BAMIEH: Mi riserverò il commento. Bene. Non sto
  28. avendo fortuna al momento. Dovrebbe essere acceso. Tutto

Pag.103
 

1.  bene.

2.  Col permesso della Corte, sto per rendere pubblico

3.  alla vecchia maniera.

4.  LA CORTE: Se il proiettore non ci sarà proprio d’aiuto,

5.  spegniamolo e e rendiamo le cose più tranquille, lo faccia

6.  alla vecchia maniera, tutta la tecnologia che ci aiuta

7.  così tanto.

8.  UFF.GIUDIZIARIO: Vuole che questo sia pubblicato?

9.  LA CORTE: Sta proponendo che 5 sia resa nota alla

10.         giura. Concesso. L’ufficiale giudiziario farà la

11.         circolare  tra i giurati.

12.         DA MR. BAMIEH:

13.         Signora, sto per mostrarle cosa è segnato come

14.         Popolo 1, quella foto. Ora, se io sono – lei ha

15.         testimoniato che si è fatta quelle foto da sola, esatto?

16.         R. Sì.

17.         E lo ha fatto nel bagno a casa, allo

18.         appartamento, esatto?

19.         R. Sì. Sì.

20.         D. Ed ha detto di aver fatto quattro scatti, esatto?

21.         R. Sì.

22.         D. Ora, lei ha fatto quei quattro scatti di se stessa

23.         prima di andare alla polizia il 18; è esatto?

24.         R. Sì.

25.         D. In qualche momento mentre parlava al poliziotto il

26.         18, ha detto loro che aveva scattato foto di se

27.         stessa?

28.         R. No.


Pag.104
 

1.  D. In qualche momento il 19 quando ha parlato con la

2.  polizia, ha detto loro che aveva scattato foto

3.  di se stessa?

4.    R. No.

5.    D. Quando per la prima volta ha dato quelle foto a

6.  qualcuno nelle forze dell’ordine relativo a questo caso?

7.    R. Io – Io l’ho detto loro quando ero pronta a

8.  partire.

9.    D. Lo dica ancora, prego.

10.                          R. Io l’ho detto loro quando ero pronta a

11.                        partire per Monterey.

12.                          D. A chi lo ha detto?

13.                          R. Credo che il suo nome fosse investigatore Riley,

14.                        Raley, o qualcosa di simile.

15.                          D. Cosa ha detto all’investigatore Riley?

16.                          R. Che avevo scattato foto di me stessa.

17.                          D. Ha spedito quelle fotografie all’investigatore

18.                        Riley?

19.                          R. No.

20.                          D. Quando è stata la prima volta in cui ha dato le foto

21.                        a qualcuno nelle forze di polizia?

22.                          R. Quando sono venuta per il pre-processo.

23.                          D. Sarebbe il 24 agosto del ’05?

24.                          R. Sì.

25.                          D. Ha testimoniato, all’interrogatorio diretto, che

26.                        ha scattato quattro foto di se stessa; è esatto?

27.                          R. Sì.

28.                          D. Dove sono le altre due?


Pag.105
 

1.  R. Non sono saltate fuori.

2.    D. Dove sono quelle foto, però, che non sono

3.  saltate fuori?

4.    R. Io – erano sfuocate. Credo di averle buttate

5.  via.

6.    D. Dove le ha buttate?

7.    R. Io – io non ricordo. Non ricordo cosa ho

8.  fatto con esse.

9.    D Ha detto di aver usato una macchina usa e getta.

10.           R. Sì.

11.           D. Quanti scatti erano segnati nella macchina

12.         usa e getta? Quante foto ha fatto?

13.           R. Dodici.

14.           D. Ha usato l’intero rullino?

15.           R. No.

16.           D. Si è fermata a quattro?

17.           R. Sì.

18.           D. Ha usato le foto per qualcos’altro oltre che per

19.         fotografare le sue ferite, come, il resto degli scatti

20.         per qualcos’altro?

21.           R. Ho fatto – fatto foto dopo, nello

22.         appartamento.

23.           D. Descriva cosa ha inteso con questo, dopo allo

24.         appartamento, prego.

25.           R. Prima – mi scusi. Prima che partissi il

26.         19.

27.           D. Prima che partisse il 19, ha fatto ulteriori foto

28.         di sé nell’appartamento di Mr. Parlanti; è


Pag.106
 

1.  esatto?

2.    R. Sì.

3.    D. Ed ha usato il resto del rullino per

4.  quello?

5.    R. Sì.

6.    D. Ed ha fornito quelle foto all’ufficio del

7.  Procuratore?

8.    R. Sì.

9.    D. Quando ha fornito quelle foto all’ufficio del

10.         procuratore?

11.           R. Q un certo punto il mese scorso quando avrei dovuto

12.         essere qui quando siamo stati rinviati.

13.           D. Quindi in qualche momento a Novembre?

14.           R. Sì.

15.           D. Esatto?

16.           R. Sì.

17.           D. E il – quando ha sviluppato tutte quelle foto,

18.         tutte le 12 foto, dove le ha sviluppate?

19.           R. Tipo da un Eckerds. E’ questo che mi sta

20.         chiedendo?

21.           D. Sì.

22.           R. Parker, Oklahoma.

23.           D. Quando è tornata in Oklahoma, le ha fatte

24.         sviluppare, esatto?

25.           R. Sì.

26.           D. Lei ha probabilmente tenuto tutte le foto insieme,

27.         esatto?

28.           R. Sì.


Pag.107
 

1.  D. Ora, perché ha scelto di dare quelle foto al PM,

2.  quelle due foto – bene, mi lasci cancellare quella

3.  domanda.

4.  Il – dopo che è partita per Monterey con sua

5.  figlia, è stato dopo il – mi scusi. Era

6.   il 20 luglio; esatto?

7.    R. Sì.

8.    D. Il 22 luglio, ricorda di aver mandato un

9.  fax all’investigatore Riley?

10.           R. Credo, sì.

11.           D. All’udienza preliminare, quando le ho chiesto di

12.         quello, non aveva ricordo di averlo fatto. Ricorda di

13.         aver detto ciò?

14.           R. Mi spiace. Me lo chieda ancora.

15.           D. Lei ha testimoniato ciò all’udienza preliminare.

16.         Ricorda di aver testimoniato all’udienza preliminare, signora?

17.           R. Sì.

18.           D. Questo era il 25 agosto ’05; non è

19.         corretto?

20.           R. Sì.

21.           D. Il 25 agosto ’05, io le ho chiesto a quell’udienza

22.         se ricordava di aver mandato un fax allo

23.         investigatore Riley, non è vero?

24.           R. Non ricordo che mi abbia chiesto ciò.

25.           MR. BAMIEH: Mr. Romero, pagina 41, riga 18.

26.         Posso avvicinarmi, vostro Onore?

27.           LA CORTE: Sì.

28.           MR: BAMIEH: Per il verbale, mi sto avvicinando solo


Pag.108
 

1.  per la Corte – pagina 41, riga 18 della trascrizione della

2.  udienza preliminare.

3.    D. Signora, sto per mostrarle – questo è davvero instabile.

4.  Le dispiacerebbe tenere quel capo per me.

5.  Grazie. Sto per mostrarle una copia della trascrizione della

6.  udienza preliminare. Concorda che dice Giovedì

7.  25 agosto?

8.    R. Sì.

9.    D. Bene. Ha il mio nome e il nome di Mr. Romero sul

10.         di fuori, esatto?

11.           R. Sì.

12.           D. Quindi è chiaro, contiene la sua testimonianza

13.         scritta?

14.           R. Sì.

15.           D. Bene. Sto per mostrarle pagina 41 della

16.         trascrizione. E’ con me? Sì?

17.           R. Sì.

18.           D. Bene. Riga 18, okay?

19.         “Domanda:” Mi dica se sto leggendo ciò

20.         correttamente, signora, va bene? Riga 18.

21.         “Domanda: Bene, ora. Ricorda di aver mandato un

22.         fax all’investigatore Riley facendogli

23.         sapere come prendere Carlo poiché stava per

24.         lasciare il Paese?”

25.         E la sua risposta: “Mi spiace. Me lo chieda

26.         ancora.”

27.         “Domanda: Ricorda di aver mandato un fax allo

28.         investigatore Riley facendogli sapere come


Pag.109
 

1.  prendere Carlo prima che lasciasse il paese?”

2.  E lei ha detto, “Non ricordo questo.”

3.  E’ esatto?

4.    R. Sì.

5.    D. Ora, in quell’udienza preliminare, io le ho

6.  mostrato il fax. Lo ricorda?

7.    R. Ricordo che mi ha mostrato il fax, sì.

8.    D. Ed ha visto il fax, quindi?

9.    R. Sì.

10.           D. E ciò le ha rinfrescato la memoria, esatto?

11.           R. Sì.

12.           D. Prima di ciò, non aveva memoria di esso?

13.           R. Esatto.

14.           LA CORTE: E’ questo un momento conveniente per una

15.         pausa, Mr. Bamieh?

16.           MR. BAMIEH: Certo.

17.           LA CORTE: Signori, stiamo per fare la pausa pomeridiana

18.         a questo punto, 20 minuti. Tra ora ed il momento in cui

19.         tornerete in aula, non discutete del caso. Per favore

20.         non formate né esprimete opinioni o conclusioni su esso.

21.         Ms. White, può scendere, signora. Ci

22.         rivediamo alle 3:15, prego.

23.         (Pausa)

24.         (A questo punto nel procedimento c’è stato un cambio

25.         di stenografi in aula).

26.                             -–ooOoo—

 

 



 

Pag.110

 

 

1.          VENTURA, CALIFORNIA; VENERDI’, 9 DICEMBRE, 2005

2.                       SESSIONE POMERIDIANA

3. 

4. 

5.  .

6.  UFF.GIUDIZIARIO: Restate seduti. Ordine prego.

7.  La Corte è di nuovo in sessione.

8.  LA CORTE: Avvocati, prima di iniziare, potete avvicinarvi al

9.  banco, prego?